Citizen Promaster 1989-2019

Citizen Promaster 1989-2019

Le origini di una collezione leggendaria, in vista delle celebrazioni per il 30° Anniversario

18 Marzo 2019 | CITIZEN Basilea 2019

La storia del Citizen Promaster rappresenta uno dei capitoli più interessanti della storia di Citizen orologi e del mondo degli orologi subacquei e sportivi in generale. Che siate amanti degli orologi Citizen animati dal movimento Eco-Drive, tecnologia proprietaria del marchio giapponese, oppure dei suoi robusti (e virtualmente inarrestabili) movimenti meccanici (i Miyota), è indubbio che la collezione Citizen Promaster rappresenti una delle più significative del marchio, una storia di successo che spegne quest'anno trenta candeline.

Citizen-Promaster-Altimetro-Satellitare-Aqualand-30-anniversarioSiamo a pochi giorni dall'apertura di Baselworld 2019 e voglio raccontarvi in breve le origini del Promaster e cosa probabilmente ci aspetta nell'anno che vedrà Citizen lanciare un grande numero di novità, anticipate già da alcuni modelli per le sue linee Sea, Land, Sky.

L'evoluzione recente della collezione Citizen Promaster.

I giapponesi hanno stabilito standard nell'industria di cui ha beneficiato tutto il mondo e, in orologeria, Citizen ha prodotto e tuttora produce orologi di alta tecnologia ed eccellente affidabilità, in una fascia di mercato accessibile, sebbene negli ultimi anni si sia impegnata a lavorare su nuovi progetti che mirano ad elevare il posizionamento del marchio; un percorso che ha a mio parere avuto inizio nel 2013 quando ha lanciato la collezione Promaster Altichron in titanio ed alcuni Concept Watch.

citizen-promaster-altichronProprio il Citizen Promaster Altichron ha segnato un cambio di rotta dal punto di vista stilistico (visualizzazione completamente analogica) ed io sono stato tra i primi a possederne uno, al momento del suo lancio in Italia, che ha seguito la presentazione a Baselworld 2013.

Le origini della collezione Citizen Promaster: Citizen Parashock e Citizen Parawater

L'obiettivo di quest'articolo non è di parlare della storia di Citizen, che troverete nella pagina di brand dedicata ed in fase di realizzazione (ecco un esempio di come è realizzata una nostra pagina di brand), quanto quello di tracciare le origini della collezione Citizen Promaster e raccontare come l'azienda sia arrivata a realizzare orologi subacquei professionali come l'Aqualand, che hanno accompagnato la gioventù di molti di noi e rappresenta tuttora uno degli orologi subacquei più utilizzati ed ammirati in assoluto.

citizen-parashock-challenge-1956Premesso che Citizen è una delle poche vere manifatture integrate al mondo, una azienda dove non si producono solo tutte le parti degli orologi ma anche gli strumenti ed i macchinari per realizzarle, è interessante condividere le origini della collezione di orologi Citizen Promaster e la naturale propensione dei giapponesi alla sfida tecnologica. In tal senso, sono due i nomi che hanno segnato la nascita del Promaster: si chiamano Citizen Parashock e Citizen Parawater, rispettivamente.

1959-citizen-parawaterLe date che hanno segnato la nascita della moderna collezione Citizen Promaster sono le seguenti: il 1956 ed il 1959. Nel 1956 Citizen ha realizzato il suo primo orologio resistente agli urti, il Citizen Parashock e nel 1959 ha realizzato il suo primo orologio subacqueo, il Citizen Parawater. Per dare prova delle capacità antiurto del Citizen Parashock, il marchio giapponese organizzò alcune dimostrazioni pubbliche in cui lasciò cadere un Citizen Parashock da un elicottero in diverse località del Giappone, ad esempio di fronte alla stazione ferroviaria di Kyoto in un caso. In tutte le dimostrazioni, il Parashock continuò a funzionare regolarmente anche dopo l'urto.

citizen-parawater-experiment-tools-1959Tre anni dopo, Citizen ha presentato il primo orologio giapponese resistente all'acqua ed uno dei primi orologi subacquei al mondo, il Parawater. Entrambi i progetti dimostrano che l'Europa non era l'unico luogo in cui si sviluppavano nuove tecnologie ma il Giappone le teneva testa con orologi meccanici di assoluto rilievo, aspetto di cui non tutti sono probabilmente a conoscenza.

citizen-Parawater-experiment-1959Nel caso del Parawater, Citizen realizzò due test, il primo effettuato nel 1959, in cui legò un orologio ad una boa e lo lanciò da una nave situata di fronte alle coste giapponesi. La boa venne poi trainata fino a riva e, una volta arrivato a destinazione, l'orologio venne controllato per verificarne l'effettivo funzionamento.

citizen-parawater-buoy-challenge-1959In un secondo esperimento, il Trans-Pacific Test, 130 modelli Citizen Parawater vennero ancorati ad altrettante boe galleggianti, realizzate appositamente per l’esperimento, e lanciati dal ponte di una nave nell’Oceano Pacifico. Le correnti oceaniche portarono le boe e gli orologi ancorati verso la costa nordamericana. Il viaggio degli orologi durò circa un anno e quando le boe e gli orologi vennero recuperati, questi ultimi funzionavano ancora.

Il primo orologio Citizen Promaster

La collezione Citizen Promaster è nata ufficialmente nel 1989 con tre modelli: l'Aqualand per la sezione Marine (in realtà l'Aqualand era stato lanciato prima che fosse creata la collezione Promaster) dotato di calibro C020 e certificato ISO 6425, l'Altichron con calibro C040 dotato di altimetro da -300m a 5000m e l'antenato dei moderni satellitari e radiocontrollati della categoria Sky, dotato di calibro C080 e funzione di ore del mondo.

citizen-promaster-sky-1989Dei tre modelli l'unico a "resistere" fino ai nostro giorni (dal punto di vista commerciale) è proprio l'Aqualand che risulta evidentemente datato rispetto ai moderni Promaster, quali un Citizen Promaster Eco-Drive Professional Diver 1000 BN7020-09E del 2017 o un Aqualand Depth Meter BN2024-05E del 2014, ad esempio.

Citizen-Promaster-Eco-Drive-Professional-Diver-1000m-bn7020-09eL'Aqualand ha debuttato ufficialmente nel 1985 ed era il primo orologio d’immersione con indicatore digitale di profondità. Il Citizen Aqualand rivoluzionò il mondo dei diver professionali, perché per la prima volta nella storia dell’orologeria per immersione si poteva ottenere un orologio “diver” da polso, dotato di profondimetro con rilevazione digitale, alimentato da 3 batterie al litio chiuse ermeticamente da un fondello sigillato da 6 viti.

Citizen-Promaster-Aqualand-JP2000-8EPrima ancora dell'Aqualand, un altro orologio degno di far parte della collezione Promaster sarebbe stato senza dubbio il Citizen Professional 1300m del 1982, orologio subacqueo professionale in titanio. Della stessa epoca anche due altre versioni, sempre in titanio: una subacquea fino a 800m (costruita in due versioni) ed un'altra fino a 300m (la foto riportata sotto è di proprietà di andrema).

citizen-professional-titanium-1300Questi tre orologi facevano parte della linea Titanium Professional e sono stati gli antesignani della moderna collezione Promaster, proprio come lo è stato l'Aqualand nella sua prima versione del 1985 (memorabile la versione con accenti dorati). Parliamo di orologi rari da trovare e molto desiderati dai collezionisti, in particolare il Titanium Professional 1300m. Dal 1989 in poi sono svariate le versioni che sono entrate a catalogo tra cui ricordiamo ad esempio il Citizen Promaster JP3000-53L ed il Citizen Promaster JP3020-56L, dotati entrambi di doppio display.

Cosa ci aspetta a Baselworld 2019?

Il nuovo Citizen Promaster Aqualand è sicuramente uno dei modelli centrali delle celebrazioni, e verrà declinato in molte versioni. Il nuovo Aqualand ha movimento Eco-Drive e richiama nel design il modello originale. Citizen ha iniziato a proporlo anche in nuove colorazioni ed in edizioni limitate dedicate ad alcuni mercati.

citizen-promaster-aqualand-bn2036-14eIl Citizen Promaster 200m Diver BN2030-88L Team Kuroshio Limited Edition, ad esempio, è stato realizzato in partnership con il Team Kuroshio, che partecipa ad una competizione internazionale che coinvolge 22 paesi il cui obiettivo è la mappatura di una larga area posta 4000 metri sotto il livello del mare.

(Photo credit: courtesy of Citizen Watch; Horbiter®'s proprietary photo-shooting)

Gaetano C @Horbiter®

Instagram - Gaetano Cimmino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »


Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top