Omega Seamaster Diver 300M Nekton Edition

Omega Seamaster Diver 300M Nekton Edition

25 Novembre 2020 | Omega , Orologi subacquei , Recensioni Orologi

Nel 2018 Omega ha interamente rinnovato la collezione Seamaster Diver 300M; il lancio di questa generazione ha coinciso con un salto epocale in termini di combinazioni di materiali, (ceramica e tantalio, ad esempio), e architettura, grazie all'introduzione dei nuovi calibri certificati Master Chronometer. La prima edizione di Seamaster Diver 300M risale al 1993; da allora, le immersioni subacquee si sono alternate ad apparizioni negli scenari più svariati, incluso più di un cameo nei film ispirati al personaggio di Ian Fleming.

omega-seamaster-diver-300m-nekton-2Riavvolgendo il nastro di questa storia, si scopre che il Seamaster Diver 300M ha attraversato diverse generazioni assumendo un ruolo più ampio, lasciando al Planet Ocean il testimone di prodotto super-professionale, preservando quello di orologio sportivo trasversale del marchio. Omega ha progressivamente esteso la nuova gamma ma l'ultima edizione, Omega Seamaster Diver 300M Nekton Edition, ha un sapore diverso ed apre un nuovo capitolo, rimettendo al centro il mondo marino seppur sotto una veste differente. Il Nekton è parte di un progetto insieme romantico e nostalgico, nonostante la scheda tecnica sia moderna.

omega-seamaster-diver-300m-nekton-8Nekton è una fondazione internazionale no profit la cui missione è la salvaguardia degli oceani; le associazioni professionali del genere si moltiplicano perché il tema della salvaguardia degli oceani è attuale ed Omega ha aggiunto un tassello importante ai progetti di partnership in corso, contribuendo attivamente alla protezione dell'ecosistema marino. L'edizione speciale sembra voler proseguire, idealmente, il lavoro portato avanti dall'indimenticato Sir Peter Blake; è infatti ricco di richiami agli anni novanta.

omega-seamaster-diver-300m-nekton-6L'architettura di cassa, bracciale e lunetta, tutti in metallo, è stata declinata in modo originale: corpo cassa e bracciale sono in acciaio, mentre la lunetta è un anello in titanio grado 5 (più duro del titanio grado 2 e per tale ragione anche più difficile da lavorare e, soprattutto, da lucidare) in cui la scala graduata, compresi numeri ed indici lucidi, si alterna ad una base a finitura sabbiata. Per gli irriducibili fan del subacqueo "old school" questo dettaglio, accompagnato dalla eliminazione della data dal quadrante, è un formidabile elemento di attrazione. Contemporaneamente, dona al Nekton un aspetto più classico a questo Seamaster Diver 300M, giocando sostanzialmente su due toni di colore.

omega-seamaster-diver-300m-nekton-3Nella versione con bracciale in acciaio, vedo addirittura un sapore da 007 in versione Pierce Brosnan. Sono indimenticabili le scene in cui James Bond indossava un classico Seamaster Diver 300M sotto il doppiopetto, mentre andava in missione per salvare il mondo. Il cinturino in gomma con fibbia ad ardiglione lucida è ben fatto, è morbido ed aderisce in modo perfetto al polso; mi convince meno il motivo estetico con doppia linea a rilievo. Se la forma della anse lo aiuta ad adattarsi bene al polso, il suo stile accentua lo scalino che si crea tra zona di attacco e polso. Privo della data, il quadrante resta pulito e simmetrico, ed il motivo ad onde in rilievo, ottenuto per ablazione laser su una base in ceramica, crea giochi di luci ed ombre.

omega-seamaster-diver-300m-nekton-4L'approccio classico a Nekton è evidente anche dalla scelta di realizzare il fondo cassa chiuso, che considero un must su qualsiasi orologio subacqueo. I designer vi hanno riprodotto la sagoma del Seamaster 2, il battello che Nekton utilizza durante l'esplorazione dei fondali marini. Il sistema di chiusura NAIAD Lock, brevetto Omega, garantisce poi che incisioni e scritte inserite si mantengano in posizione assegnata anche se si dovesse aprire il fondo cassa. Il calibro è Omega 8806, certificato Master Chronometer.

omega-seamaster-diver-300m-nekton-9E' senza alcun dubbio il più preciso e raffinato calibro meccanico automatico della sua categoria e l'unico a non subire alcuna influenza da campi magnetici. E' inoltre ben rifinito. Peccato quindi che la massima riserva di carica si fermi a 55 ore; ammesso che la lunga carica sia prioritaria o meno, resta la considerazione che alzare l'asticella tecnica completerebbe il puzzle delle aspettative, che sono comprensibilmente più alte che altrove.

omega-seamaster-diver-300m-nekton-7Omega Seamaster Diver 300M Nekton Edition misura 42mm, ma è sufficientemente sottile ed un punto di forza di ogni Seamaster Diver 300M; il connubio tra dimensioni ragionevoli e specifiche da diver professionale ne ha favorito il successo. In questa configurazione tutta acciaio appare addirittura come un 40mm; al mio polso sembra quasi piccolo nella versione con cinturino in gomma. Se volete un suggerimento su quale versione scegliere, direi la variante tutta in acciaio; con 300 Euro di differenza (6200 contro 5900) il Nekton referenza 210.30.42.20.01.002 ha uno spettro di utilizzo più ampio, anche se è più pesante ed il bracciale va messo bene a misura. Guardando al futuro, un Nekton potrebbe funzionare bene anche un bracciale maglia Milano simile a quello realizzato per la Bond Edition, ma in acciaio. E' un esperimento che farei.

omega seamaster diver 300m nekton 1 omega seamaster diver 300m nekton 2 omega seamaster diver 300m nekton 3 omega seamaster diver 300m nekton 4 omega seamaster diver 300m nekton 5 omega seamaster diver 300m nekton 6 omega seamaster diver 300m nekton 7 omega seamaster diver 300m nekton 8

(Photo credit: Marco Antinori per Horbiter®)

Gaetano C @Horbiter®

Instagram - Gaetano Cimmino

Loading Comments
  1. user WATCHED scrive:

    L’ho guardato giusto poco tempo fa sul sito ufficiale di Omega, semplicemente stupendo! La scelta di togliere il datario la apprezzo molto, visto che in origine i diver non avevano la data. Complimenti per le fotografie!

    • Horbiter® scrive:

      La data andrebbe eliminata praticamente da tutti i diver. Sì, è decisamente uno dei più interessanti tra i nuovi Seamaster 300M. Grazie per il commento, Gaetano.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »


Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top