Longines HydroConquest Acciaio e PVD, la recensione

Longines HydroConquest Acciaio e PVD, la recensione

04 Luglio 2021 | Longines , Recensioni Orologi

Nel 2018 Longines ha profondamente aggiornato il modello di punta della sua collezione moderna di orologi subacquei, il Longines HydroConquest. Dotato di lunetta in ceramica, un nuovo quadrante ed un bracciale rinnovato, infine un movimento automatico aggiornato, il "makeover" ha prodotto una collezione più contemporanea ed un accessibile sportivo di lusso, con capacità da subacqueo top di gamma (rating 300 metri) e dettagli che hanno fatto aumentato le quotazioni della collezione e fatto contemporaneamente invecchiare la precedente, tuttora a catalogo, anch'essa aggiornata e con prezzo di attacco vicino ai mille Euro.

longines-hydroconquest-two-toneLa collezione HydroConquest attuale non sente il peso degli anni; i volumi di vendita lo confermano e la rete vendita anche. Basta intervistare alcuni rivenditori ufficiali Longines da nord a sud Italia per scoprire che quando parli di Longines HydroConquest, immediatamente traspare un senso di soddisfazione, pur con le difficoltà generate dal lockdown. Quando la formula funziona, non occorre cambiarla ma aggiornarla; il principio è lo stesso che il marchio applica da sempre al Legend Diver che procede per aggiornamenti tecnici ed affinamenti estetici continui, piuttosto che per rivoluzioni. Sebbene dubiti che HydroConquest raggiunga lo stesso grado di evoluzione di quest'ultimo, declinato recentemente con cassa in bronzo, Longines procede spedita con la creazione di varianti che tengano sempre alta l'attenzione dei potenziali acquirenti.

longines-hydroconquest-two-tone-4Nel 2021 tocca alle varianti bicolore estendere la gamma, secondo un trend ormai diffuso: orologi subacquei con layout ed aspetto meno professionale. Prezzi e materiali adottati dipendono ovviamente dal segmento di appartenenza. Che si tratti di combinazione di acciaio ed oro, o di surrogati, l'orologio a due toni è il capitolo successivo al quadrante blu o verde. Sono generalmente scettico nei confronti di questa combinazione, soprattutto quando si tende a surrogare l'oro. Scopriamo come Longines applica questa formula ad HydroConquest.

longines-hydroconquest-two-tone-2Le versioni bicolore usano varianti del trattamento PVD per ottenere un effetto descritto come oro giallo o oro rosa rispettivamente su base HydroConquest blu e grigio. Contrariamente alle previsioni, preferisco la seconda opzione alla prima, senza alcun dubbio, perché più sobria e riuscita. Grigio e PVD oro rosa creano una combinazione meno spiccata, laddove l'effetto oro giallo associato al blu è ulteriormente esaltato dalla finitura soleil del quadrante.

longines-hydroconquest-two-tone-9Il cinturino in gomma gioca un ruolo centrale nel definire la personalità dell'orologio e la versione grigio-oro rosa vince nuovamente su quella blu; credo che questa opzione interpreti bene il concetto di orologio tuttofare, confermato dalla fibbia deployante. Ripassiamo alcuni plus (e minus) della collezione in generale: HydroConquest è tra gli orologi subacquei del lusso accessibile meglio rifiniti nella sua fascia di prezzo (nonostante Longines prosegua il suo riposizionamento verso l'alto).

longines-hydroconquest-two-tone-3La costruzione della cassa è pregevole, la corona ha due robuste spallette di protezione di forma trapezoidale che sono segno di riconoscimento di HydroConquest tanto quanto i tre grandi numeri arabi sul quadrante; ciò che apprezzo di più e l'anello in ceramica dalla fattura esemplare e da orologio premium. Ciò che apprezzo meno invece è la durezza morbidezza con cui ruota la lunetta. Concepita in origine per garantire una funzione vitale ha nel tempo assunto il ruolo di biglietto da visita della qualità percepita di un orologio. Siamo sicuri che non si possa fare un passo avanti e renderla più morbida e piacevole da ruotare?

longines-hydroconquest-two-tone-5E' un peccato da espiare visto che Longines fa di "look and feel" un cavallo di battaglia e la concorrenza offre di meglio in quest'area. La finitura interna del cinturino con logo ripetuto all'infinito ed il fondo cassa solido con logo storico Longines puntano ad offrire quei dettagli graditi in un orologio prodotto a St.Imier (il logo è inoltre piacevolmente dorato). A 41 millimetri di diametro e con il ben noto calibro L888.5 da 72 ore di autonomia e spirale in silicio, Longines HydroConquest Bicolor o Acciaio e PVD si pone come un serio competitor per chiunque, offrendo il plus di un marchio con un'attrattiva forte. Inoltre, la spirale in silicio estende inoltre la garanzia a cinque anni, una esclusiva nel settore degli sportivi con un prezzo consigliato largamente inferiore ai duemila euro, (1710 Euro).

(Photo credit: Marco Antinori per Horbiter®)

Gaetano C @Horbiter®

Instagram - Gaetano Cimmino

Loading Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »


Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top