HYT Reloaded (e pre-Baselworld 2014)

HYT Reloaded (e pre-Baselworld 2014)

11 Marzo 2014 | HYT , Alta Orologeria , Basilea 2014

HYT Reloaded

(e pre-Baselworld 2014)

Quest'articolo è nato inizialmente con l'intento di dare una preview delle novità che il marchio di alta orologeria HYT presenterà a Basilea a fine mese. Poi, scrivendo, mi son detto che se non avessi almeno raccontato ai miei lettori cosa è un orologio creato da HYT, non solo l'articolo di Horbiter avrebbe avuto poco significato (e la banalità non ci appartiene) quanto il marchio in sé sarebbe stato percepito esclusivamente come un oggetto di alta orologeria tra i tanti con una meccanica ultra-complicata.

HYT-H1-Gold-Mush HYT-H1-Gold-Back HYT-H1-Black-Mush HYT-H1-Black-DLC-back

La complicazione c'è ma è solo una parte della storia, perchè è funzionale a tradurre in realtà, in un orologio da polso, un principio che è alla base della clessidra o dell'orologio ad acqua. Che però assumono solo due posizioni, fisse, mentre il nostro polso ne assume infinite in una giornata intera. Viene da scomodare una delle più celebri frasi di Albert Einstein: “Se in un primo momento l'idea non è assurda, allora non c'è nessuna speranza che si realizzi”.

Sketch_04 HYT capillar Sketch_02 HYT capillar Sketch_03 HYT capillar Sketch_01 HYT capillar

L'idea folle di realizzare un orologio ad acqua da polso è venuta a Lucien Vouillamoz, ingegnere nucleare, nel 2002, idea poi rielaborata e convertita in orologio con visualizzazione del tempo mediante fluidi, che nulla toglie all'eccezionalità dell'idea stessa. Idea che negli anni ha sviluppato e realizzato, grazie all'aiuto del partner ed attuale CEO, Vincent Perriard. Il risultato si chiama H1, primo ed unico orologio al mondo in cui la visualizzazione dell'ora avviene mediante un tubo capillare di vetro di 11 cm di lunghezza ed 1 di spessore, all'interno del quale due fluidi non miscibili si comprimono a vicenda.

Le due estremità del capillare sono collegate a due serbatoi a soffietto, all'interno dei quali sono conservati i due fluidi, in quantità molto precise, le cui estremità sono collegate attraverso due pistoni al movimento meccanico: quando un serbatoio si comprime, l'altro si espande e viceversa. È quello che succede quando sono le ore 18:00 o le 6:00: il capillare non è chiuso su se stesso, per cui l'olio nel serbatoio di dx viene messo in circolo e spinge il fluido colorato in senso antiorario, facendolo rientrare nel suo serbatoio, che si espande. È l'equivalente di un orologio con visualizzazione dell'ora retrograda.

HYT-H1-Titan-Mush Zoom in

Cosa alimenta il “fluido” scorrere del tempo dell'HYT H1? Come detto un (raffinato) movimento meccanico montato nella parte alta della cassa, del diametro di 48,8mm e realizzata in Titanio, a carica manuale, con la ruota del bilanciere che oscilla a 4Hz, i ponti lavorati Cotes de Geneve, e ben 65 ore di riserva di carica. Che aziona, mediante due pistoni, i due serbatoi posizionati ad ore 6 e visibili attraverso il vetro zaffiro curvato ed il fondello anch'esso a vista. HYT è l'acronimo di HYdro-Mechanical Technology ma potrebbe tranquillamente leggersi HYbrid-Technology, perchè quest'orologio è in definitiva un orologio ibrido.

HYT-H2-Mush HYT-H2-Inside HYT-H2-Back HYT-H2-Side

Minuti e secondi? Sono davanti agli occhi: i primi in un quadrante ad ore 12, i secondi ad ore 9:30 e ricordano vagamente (sarà un caso?) la forma di una turbina Pelton (quella che si usa negli impianti idroelettrici). L'indicatore della riserva di carica, alle 2:30, completa la visualizzazione tradizionale del tempo. L'H2 è una evoluzione del concetto sviluppato con l'H1 e si posiziona più in alto. Aggiunge, in sintesi, una diversa disposizione dei due serbatoi, che ricorda i cilindri a V dei motori aeronautici, l'aggiunta dei minuti saltanti centrali, la ruota del bilanciere in bella vista ad ore 12 e le posizioni H-N-R della corona di carica, che tradiscono la mano di Audemars Piguet Renaud e Papi.

HYT_H2_EVO_White_Gold HYT_H1_Red2 HYT_H2_EVO_White_Gold Close up HYT_H1_Red2 close up

Si tratta, come avete capito, di qualcosa di eccezionale!Finalmente possiamo anticiparvi cosa HYT ha previsto per Baselworld 2014: si tratta di due nuove versioni dell'H1, chiamate Red 2, con fluido di colore rosso ed anse in oro rosso, ed Alumen Blue con la cassa realizzata in lega d'alluminio anodizzato. L'H2, il top di gamma, arriverà in tre nuove versioni di cassa in cui il Titanio, anche trattato DLC, si unisce all'oro rosa, al bianco od al platino. Tra esattamente 14 giorni li vedremo per voi dal vivo.

HYT_H2_EVO_White_Gold HYT_H1_Red2 HYT_H2_EVO_White_Gold Close up HYT_H1_Red2 close up Sketch_02 HYT capillar Sketch_01 HYT capillar Bloc fluidique HYT watch Sketch_03 HYT capillar HYT-H1-Titan-Mush HYT-H1-Titan-Back HYT-H2-Back HYT-H2-Mush

(Photo & video credit: courtesy of HYT)

Gaetano C. @Horbiter - Orologi e Lusso

TWITTER @Gaetano Cimmino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top