Richard Mille RM 67-02 Automatic High Jump Mutaz Barshim

Richard Mille RM 67-02 Automatic High Jump Mutaz Barshim

L'unico orologio in grado di superare un Richard Mille è un Richard Mille!

19 Settembre 2018 | Richard Mille , 30 minuti al polso SIHH 2018

“Il mondo è bello perché è vario”. Nella saggezza dei detti popolari sono nascoste grandi verità e mi piace analizzare come queste si adattino ad un ambito specifico, come gli orologi.

richard-milleDalle complicazioni ai materiali più o meno nobili, dalle meccaniche più semplici alle lavorazioni artigianali, potrei portare moltissimi esempi di orologeria ma è indubbio che un solo marchio, sin dalla sua fondazione, ha proposto orologi differenti e mai visti prima, muovendosi verso confini fino ad allora inesplorati ed aumentando la varietà che il settore orologiero è in grado di fornire: quel marchio è Richard Mille.

Perchè un Richard Mille

Richard Mille progetta e costruisce orologi tecnologicamente avanzati, innovativi e con lo scopo di essere utilizzati in condizioni estreme. Basterebbe guardare cosa ha fatto ad esempio con il Richard Mille RM 53-01 Tourbillon Pablo McDonough, il Richard Mille RM 50-03 McLaren F1 Tourbillon Split Seconds Chronograph Ultralight od il Richard Mille RM 11-03 Jean Todt 50th Anniversary. Accelerazioni e decelerazioni estreme, urti, vibrazioni, carichi a fatica sono azioni che compromettono la meccanica di un orologio meccanico tradizionale ma non di un Richard Mille, perchè è qui che il marchio ha investito in Ricerca e Sviluppo riuscendo a creare una nicchia di mercato fino ad allora inesistente.

richard-mille-and-alain-prostIl forte legame con la massima espressione del mondo sportivo è stata una naturale conseguenza di questa scelta, dal momento che i grandi eventi sono la perfetta occasione per mostrare a milioni di spettatori quali siano le proprietà e le capacità di un RM. Se, poi, ci aggiungiamo l’uso di colori accesi e brillanti, si è creata la perfetta combinazione tra fattori capaci di suscitare curiosità in chi osserva Rafa Nadal al Roland Garros o Yohan Blake ai Giochi Olimpici e contemporaneamente chiedersi cosa sia quella “macchia di colore” che questi campioni indossano mentre competono.

Mutaz Essa Barshim  

Lo scorso anno il marchio ha lanciato l’RM 67-02 che abbiamo fotografato a Ginevra a gennaio e che è passato piuttosto in sordina. Oltre alle caratteristiche tecniche, ciò che lo rende interessante è il fatto di essere stato studiato per due atleti olimpici di prima categoria quali Wade Van Niekerk e Mutaz Essa Barshim.

high-jumper-mutaz-barshimIl primo è l’unico uomo al mondo in grado di correre i 100, 200 e 400m in meno di 10, 20 e 45 secondi ed il secondo è l’unico uomo ad essersi avvicinato al record stellare di Sotomayor nel salto in alto, con 2.43m di record personale outdoor. Nelle foto, potete ammirare la versione dedicata all’altista qatariota dominato dal color porpora della cassa, un chiaro richiamo alla bandiera del Qatar.

RM 67-02: leggerezza…

Considerando che Barshim Mutaz deve letteralmente “volare” piuttosto che saltare, ogni peso aggiuntivo rischierebbe di influire sulle sue prestazioni ed è stato, quindi, necessario creare un orologio che fosse leggero oltre ogni misura ma al contempo resistente, in grado di sostenere eventuali urti con l’asta. L’ultrapiatto RM 67-01 in titanio sarebbe stato un candidato perfetto per questo scopo in termini di leggerezza, ma non garantiva probabilmente le “prestazioni” desiderate di leggerezza e resistenza.

richard-mille-rm-67-02-automatic-high-jump-mutaz-barshimGli ingegneri del marchio hanno così deciso di sfruttare la tecnologia fornita dall’azienda NTPT (North Thin Ply Technology), con cui vantano una partnership esclusiva in orologeria, per creare una cassa in carbonio e quarzo TPT, tramite depositi di strati di materiale spessi solamente 45μm (su lunetta e fondo cassa), e di impostare la scheletratura del calibro a partire dal titanio grado 5 per la platina e i ponti

richard-mille-rm-67-02-automatic-high-jump-mutaz-barshim-3Il risultato è ancora una volta stupefacente: cassa di 38.07mm x 47.52mm x 7.80mm, design futuristico, lunetta e fondello in quarzo TPT, anima della cassa in carbonio, calibro scheletrato, rotore in oro bianco per un peso totale di 32 grammi cinturino incluso. In sintesi una piuma.  

…e tecnologia avanzata

Senza entrare troppo nei dettagli delle tecnologie utilizzate, basta osservare alcuni particolari per comprendere quale sforzo tecnologico sia stato fatto nel realizzare l’RM 67-02. Le piccole ali ad ore 2, 4, 8 e 10 hanno funzione a mio avviso strutturale e permettono di avere una maggior sezione resistente per il serraggio delle viti scanalate, ma introducono non poche difficoltà nella fase di rifinitura della cassa e della lunetta a causa degli spigoli vivi che si formano nel processo di realizzazione.

richard-mille-rm-67-02-automatic-high-jump-mutaz-barshim-4Richard Mille vanta però un eccezionale know-how nell’utilizzo di macchine CNC applicate alla micro-ingegneria. Il calibro automatico e ultrapiatto di manifattura CRMA7 presenta ruotismi in grado di garantire il perfetto angolo di pressione di 20° e 50 ore di riserva di carica. I materiali impiegati nella sua realizzazione sono quindi titanio grado 5carbonio TPT più oro bianco per il rotore. Il rotore in oro bianco occupa la più ampia superficie possibile, è anch’esso scheletrato ed ha la struttura centrale in carbonio.

richard-mille-rm-67-02-automatic-high-jump-mutaz-barshimDato che l’obiettivo principale del progetto era quello di ridurre il peso complessivo dell’orologio mantenendo valori eccezionali di resistenza, l'utilizzo vasto di materiali troppo densi come l’oro bianco sarebbe stato controproducente; è d’altro canto fondamentale disporre di una massa eccentrica sufficiente a fornire la quantità di energia sufficiente allo scappamento.

richard-mille-rm-67-02-automatic-high-jump-mutaz-barshim-1Ecco che per ottenere il giusto trade off tra i due obiettivi antitetici, la massa in oro è stata concentrata sulla parte esterna in modo da garantire una inerzia sufficiente. Il cinturino è elastico ed è stato costruito in un sol pezzo in modo da garantire leggerezza e massimo comfort al polso. È il più leggero fino ad oggi prodotto dal marchio. Il quadrante scheletrato è dipinto a mano e riporta i colori della bandiera qatariota.

Conclusioni

Leggerezza, resistenza e comfort sono le sue caratteristiche principali e sono atte a raggiungere uno scopo ben preciso, quello cioè di non inficiare in alcun modo le prestazioni di atleti professionisti. Come spesso accade con un Richard Mille, è un orologio che esteticamente si ama o si odia, ma è indubbio che meriti notevoli attenzioni per lo sforzo tecnologico che il marchio continua a sostenere pur di spingersi al di là dei limiti dell’orologeria tradizionale. Il prezzo di 134'000 euro è elevato, ma è figlio di una strategia di marketing che mira a pochi e facoltosi clienti che desiderano un prodotto unico nel panorama dell'alta orologeria.

richard-mille-booth-sihh-2018Per concludere, mi piace la scelta, non convenzionale, di investire sull’immagine di atleti provenienti dall’atletica leggera, sportivi eccezionali che meriterebbero molte più attenzioni da parte dei media di settore. È notizia di qualche mese fa il lancio di altre versioni dell'RM 67-02 intitolate al tennista Alexander Zverev, al pilota Sebastien Ogier e allo sciatore Alexis Pinturault rispettivamente. Ma non sono le uniche perchè anche il neo-pilota Ferrari 2019 Charles Leclerc e la leggenda Fernando Alonso sono stati fotografati con al polso una versione a loro dedicata dell'orologio.

richard mille and alain prost richard mille rm 67 02 automatic high jump mutaz barshim 4 richard mille rm 67 02 automatic high jump mutaz barshim 3 richard mille rm 67 02 automatic high jump mutaz barshim 2 richard mille rm 67 02 automatic high jump mutaz barshim 1 richard mille rm 67 02 automatic high jump mutaz barshim richard mille high jumper mutaz barshim_4c8ZG9z

(Photo credit: Horbiter®'s proprietary photo-shooting)

Andrea Frigerio @Horbiter®

Instagram - Andrea Frigerio

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

»


Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top