Girard-Perregaux Laureato 2016 - Gli anni 70 e la nascita dell'orologio sportivo in acciaio

Girard-Perregaux Laureato 2016 - Gli anni 70 e la nascita dell'orologio sportivo in acciaio

24 Aprile 2016 | Girard-Perregaux , 30 minuti al polso , Basilea 2016

Mi piace molto la direzione che ha preso Girard-Perregaux. Gli anniversari sono momenti in cui una manifattura vuole mostrare cosa sia in grado di fare e 225 anni rappresentano un anniversario importante, in casi come questo sono l'occasione per rilanciare l'immagine di marca. Girard-Perregaux torna dal 2016 ad essere la Girard-Perregaux che ho conosciuto, quella guidata da Luigi Macaluso, fatta di eccezionali complicazioni, di classici cronografi e tre sfere sportivi che sono piuttosto ricercati sul mercato dell'usato e del NOS (New Old Stock).

Girard-Perregaux Laureato 1975Se dici Laureato intendi il leggendario film con Dustin Hoffman ed il nome che ha ispirato uno dei più grandi successi di Girard-Perregaux. Negli anni 70 il mercato italiano faceva tendenza in orologeria, ha ispirato la nascita del Girard-Perregaux Laureato come del Royal Oak e dell'altro orologio sportivo disegnato da Gerald Génta, l'IWC Ingenieur.
Girard-Perregaux Laureato Equation 1984Questi tre orologi incarnavano il desiderio dell'orologio sportivo in acciaio ed il Laureato è stato un'icona, portatore di due concetti oggi diffusi, quali il bracciale integrato con la cassa e la combinazione acciaio-oro che ha resistito fino alla metà degli anni 80, per poi radicarsi solo in alcuni mercati, come quello nordamericano. Girard-Perregaux, negli anni 70, fu anche tra le manifatture svizzere che investirono nello sviluppo di calibri al quarzo tanto quanto in quello dei calibri meccanici, rappresentando per certi aspetti la più "giapponese" tra le manifatture svizzere con una proposta integrata di calibri di alta qualità.
Girard-Perregaux Laureato 2016 quattroNegli anni successivi il Laureato ha integrato complicazioni, nuovi calibri ed ha vestito un nuovo bracciale con maglia ad H (qualcosa su cui ho tornerò presto con un mio articolo). Il Girard-Perregaux Laureato ha poi vissuto una sorta di crescita ormonale, spinta dal cambiamento delle mode, che gli ha fatto perdere il suo spirito originale; sono cresciuto a forza di EVO (ed R&D01) ed ho avuto per circa due anni un Laureato EVO Oracle Racing, sportivo stupendo e perfettamente rifinito ma lontano mille miglia dall'originale. Girard-Perregaux fa bene a ricostruirne la storia perché gli anni 70 hanno segnato un'epoca in orologeria e lei è stata protagonista della nascita dell'orologio sportivo.
Girard-Perregaux Laureato 2016Il nuovo Girard-Perregaux Laureato è all'antitesi dei concetti di marketing e co-branding esplosi alla fine dei 90 ed è il modo in cui il marchio vuole ribadire di essere una manifattura nobile, di alta orologeria. La nuova dimensione di cassa torna al ragionevole ed inattaccabile valore di 41mm e la lunetta ottagonale bombata e lucida è tornata a dimensioni più classiche: non è così bombata come su un EVO3 ma neanche è sottile come quella dell'originale. 
Girard-Perregaux Laureato 2016 treA meno di non voler realizzare in futuro una versione ultra-thin del Laureato, animata magari da un calibro a carica manuale, è una scelta che condivido, non avrebbe avuto senso riprendere integralmente quelle proporzioni. Lo stesso dicasi per il quadrante con lavorazione Clous de Paris, che negli anni non è mai stata completamente abbandonata, basti vedere il quadrante di un Laureato Crono Olimpico. Il disegno è ora più visibile e profondo che in passato ed è un elemento centrale nella personalità del nuovo Laureato molto più di quanto non riuscisse a fare  sull'originale, o su un Olimpico. Inoltre la lavorazione Clous de Paris, intendo la sua rigorosa geometria, si sposa perfettamente con un tre sfere perché riesce ad aumentarne esponenzialmente la percezione di valore rispetto ad un quadrante non lavorato.
Girard-Perregaux Laureato 2016 dueUn dettaglio apprezzabile è il sottile smusso lucidato che va dalla cassa fino alla chiusura del bracciale, è appena accennato ma quanto basta per richiamare la lucidatura della lunetta che altrimenti tenderebbe a non integrarsi completamente nello stile generale dell'orologio. Il secondo è più difficile da descrivere e riguarda la piacevolezza al polso, sia estetica che al tatto. In Girard-Perregaux hanno lavorato molto per creare un orologio in acciaio che non solo sappia vestire bene, ma si sappia integrare perfettamente con il polso; nel mio caso sono stato fortunato perché i due esemplari che ho provato a Basilea non avevano bisogno di alcuna regolazione ed il Girard-Perregaux Laureato con quadrante blu mi vestiva senza alcun gioco. Dalla foto, l'unica fatta al di fuori del photo-set, non si riesce probabilmente a cogliere pirnamente la bellezza del blu, una specie di blu oceanico, ma si vede che a La Chaux de Fonds hanno saputo creare un orologio affascinante. Quasi scontata la meccanica, non perché sia carente (il Laureato monta il calibro GP3300 da 4Hz) quanto per il fatto che non è la vera novità di questa collezione e non è di fatto un nuovo calibro.
Girard-Perregaux Laureato 2016 cinqueIl nuovo Girard-Perregaux Laureato è una one-off collection di 225 orologi (suddivisi equamente, presumo, tra le due versioni) proposti ad un prezzo di 15000€ che lo mette in diretta competizione con un Royal Oak ed un Overseas. Girard-Perregaux ha usato un approccio diverso da altri marchi, è la manifattura che ha probabilmente spinto al massimo l'operazione di riduzione delle referenze ed ha un'offerta di alta gamma semplice, chiara, rivolta a pochi anche se il claim "Watches for the few" di alcuni anni fa non è più presente. Una aliquota di quel prezzo è nei 225 esemplari unici che verranno prodotti e nel potenziale valore collezionistico che potrebbe guidare in futuro prezzi anche più alti di quello di listino, a meno che non si tratti di una operazione per testare la risposta del pubblico per poi inserire il Laureato stabilmente in collezione.

 

Girard Perregaux_Laureato_2016_cinque Girard Perregaux_Laureato_1975 Girard Perregaux_Laureato_Equation_1984 Girard Perregaux_Laureato_2016_quattro Girard Perregaux_Laureato_2016_tre Girard Perregaux_Laureato_2016_due Girard Perregaux_Laureato_2016 Girard Perregaux_Laureato_2016_sei

(Photo credit: Horbiter's proprietary photo-shooting by Entropik)

Gaetano C @Horbiter

TWITTER @Gaetano Cimmino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »


Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top