WatchBox arriva in Europa

WatchBox arriva in Europa

15 Ottobre 2018 | WatchBox

Come ho già anticipato nell'articolo "Cinque motivi per comprare orologi on line", l'interazione tra consumatore ed esperienza d'acquisto sta cambiando radicalmente e velocemente, seppure in modi diversi da un continente all'altro. L'e-commerce dell'orologeria è nato negli Stati Uniti ed è stato questo il paese che ha guidato la nascita di un modello di business diverso da quello della vendita al dettaglio che resiste ancora in Europa, soprattutto in Italia, dove la relazione tra acquirente e punto vendita continua ad essere più radicata che altrove ed in cui marchi fanno ancora fatica a sganciarsi dal modello di business "retail-based", abbandonando modelli di comunicazione tradizionali senza riuscire a cogliere tutte le opportunità offerte dalle nuove tecnologie.

watchbox-europe-headquarterPersonalmente, ho iniziato a comprare orologi on line più di dieci anni fa ed ho vissuto in modo distaccato e da collezionista la crescita dei negozi virtuali, per poi approfondirne l'evoluzione con il trascorrere degli anni perché mi sono orientato attraverso la crescita del magazine a cambiare prospettiva, passando dalle vesti di acquirente in cerca dell'orologio preferito alle migliori condizioni di mercato, a quelle di chi è coinvolto in prima persona ed ha iniziato a studiare quei modelli. La crescita delle piattaforme on line, in particolare di quelle che offrono acquisto e vendita dell'usato, ha subito un punto di svolta a seguito della costante crescita dei prezzi (che considero una delle cause scatenanti, insieme alla crescita di volumi di vendita senza senso, della recente crisi dell'orologeria svizzera) che ha alimentato il fenomeno del secondo polso o "pre-owned".

watchbox-europe-headquarter-interiorSe non puoi permetterti di pagare un orologio di lusso che ha avuto un mark-up medio di almeno il 40% negli ultimi 5 o 6 anni, perché non comprarlo usato ma in condizioni pari al nuovo e certificato? Puoi così risparmiare sull'acquisto del nuovo e puoi magari fare trade-in di un orologio che non hai mai indossato o di cui ti sei stancato, riducendo ulteriormente il cash da sborsare. E' questo il concetto alla base dello sviluppo delle moderne piattaforme di e-commerce che hanno sostanzialmente raccolto e strutturato un fenomeno che tuttora anima mercatini e forum on line, che non garantiscono però alcuna certezza. Il modello di business creato con successo da WatchBox, leader mondiale del segmento "pre-owned" rappresenta attualmente la miglior esperienza di acquisto di questo tipo che qualsiasi cliente possa desiderare.

watchbox-patrik-hoffmannSe vuoi fare trade-in, quindi disfarti di un orologio per comprarne un altro rimesso in condizioni pari al nuovo, WatchBox offre un'esperienza non paragonabile sul mercato in termini di offerta ed esperienza di acquisto. Non è un caso che il modello di business di questa piattaforma sarà oggetto di un articolo dedicato, perché siamo innanzitutto appassionati e collezionisti e il nostro interesse è quello di condividere con voi le nostre esperienze ed aiutarvi a fare la scelta migliore. La crescita di WatchBox (molti di voi lo ricorderanno come Watchuwant) è stata talmente grande da spingere questo colosso mondiale del pre-owned a sbarcare in Europa: l'azienda ha ufficialmente aperto una sede a Neuchâtel che offre uno showroom con gli orologi delle migliori marche, che si possono comprare al dettaglio esattamente come potete comprarli on line.

Patek-Philippe-2499-dueL'obiettivo di WatchBox è quello di diventare il punto di riferimento per gli appassionati europei attraverso l'offerta di una esperienza di Customer Service completa, un'offerta di prodotto che può contare sulla disponibilità di uno stock mondiale di referenze e marchi, che includono referenze più commerciali ma anche particolarmente rare di Patek, Rolex e Lange ad esempio ed un team di persone guidato da Patrik Hoffmann, che ricopriva anni fa il ruolo di CEO di Ulysse Nardin e conosce bene il mercato europeo. Dopo Philadelphia, Hong Kong e Sud Africa, l'apertura del quartier generale nel pieno centro di Neuchâtel è una pietra miliare nello sviluppo del mercato secondario ed una seria alternativa alle opportunità fornite da alcuni marchi che offrono al massimo una valutazione di orologi appartenenti alle proprie collezioni, ma non possono certo vantare un'offerta multi marca. Una sfida sicuramente più difficile da vincere di quella vinta negli altri continenti, ma che poggia su un modello di relazione con il cliente piuttosto evoluto.

Per maggiori informazioni visitate: https://www.thewatchbox.com

(Photo credit: courtesy of WatchBox, Horbiter®'s proprietary photo-shooting)

Gaetano C @Horbiter®

Instagram - Gaetano Cimmino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

«


Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top