Il Rolex Air-King 116900

Il Rolex Air-King 116900

A due anni dal lancio, facciamo il punto della situazione su uno dei Rolex più controversi degli ultimi anni

06 Luglio 2018 | ROLEX , 30 minuti al polso Basilea 2016

Alcuni anni fa ho quasi comprato un Rolex 114234 ma i 34mm rappresentavano e rappresentano tuttora un limite psicologico insormontabile per un polso da circa 20cm come il mio. Quel quadrante, con grandi numeri arabi applicati color arancio su quadrante blu, aveva una ricchezza ed un mix di colori che rompevano la linearità della maggior parte degli Oyster. Ho trovato per un attimo nel 116000 le stesse sensazioni, ma non lo stesso calore dell'Air-King e quei 2mm in più di diametro di cassa non sono bastati a farmi fare l'ultimo passo. Oggi ho qualche rimpianto perchè il 114234 è difficile da trovare, è ancora molto attuale e se lo trovi (nuovo) puoi dimenticare di pagare il prezzo di un tempo.

Rolex Oyster Perpetual Air-King 4

Il primo Rolex che abbiamo ufficialmente fotografato a Basilea

Sarà un caso, ma l'anno in cui fotografi le novità Rolex a Baselworld per la prima volta (era il 2016) coincide con quello in cui il marchio presenta il nuovo Rolex Oystersteel Air-King 116900. Al tempo, non fummo tra i primi a scrivere del Rolex Oystersteel Air-King eppure questo leggero ritardo (semplicemente dovuto alla data della nostra sessione fotografica) ci diede senza volerlo un vantaggio: avemmo la fortuna di leggere molti commenti in rete e tutto il tempo necessario a maturare le nostre idee su questo nuovo modello. Rolex ha due anni fa portato la dimensione della cassa dell'Air-King a 40mm, quella di un Rolex Yacht-Master 40mm 116621 Acciaio e Oro Everose o di un Rolex Oyster Perpetual Cosmograph Daytona Acciaio e Cerachrom per intenderci e questa scelta lo ha fatto salire di grado mettendolo sullo stesso piano di altri Oystersteel. Credo che questa scelta sia stata dettata dalla volontà di dimostrare che il fratello minore, la gamma di accesso alle collezioni Oystersteel ha ormai raggiunto una piena maturità e possa rappresentare una valida opzione ad un Milgauss o un Day Date II.

Rolex Oyster Perpetual Air-King 8Il nome tradisce l'eredità del marchio nel campo dell'aviazione e, quindi, i 40mm non servono solo a dare una superiore autorevolezza al Rolex Oystersteel Air-King rispetto al passato ed a riposizionarlo ma, semplicemente, a garantirne una leggibilità superiore. A proposito di "eredità", noterete certamente che le pagine di questo ed altri magazine sono piene di articoli relativi agli orologi legati all'aviazione militare dagli anni 30 in poi, perchè la maggior parte dei marchi mira a recuperare la storia di quell'epoca dell'aviazione, ma poco o nulla è dedicato al legame che nella seconda metà del secolo scorso c'è stato tra orologeria ed aviazione commerciale. Rolex ha avuto, in quest'ultimo caso, un ruolo centrale ed i pionieri della sperimentazione dell'aviazione civile hanno contribuito indirettamente al successo del marchio di Ginevra su scala globale.

Rolex Oyster Perpetual Air-King 3

I primi aviatori indossavano gli Oyster

In un'epoca in cui gli ambasciatori di prodotto non esistevano (né tantomeno la comunicazione globale), il pilota inglese Charles Douglas Barnard, uno dei nomi più importanti dell'aviazione inglese, autore nel 1930 di una trasvolata da Lympne, in Inghilterra a Città del Capo e di un volo in solitaria da Lympne in direzione di Malta e Tangeri, ero solito indossare un Rolex Oyster durante le sue missioni e dichiarò apertamente di considerarlo l'unico orologio al suo polso durante i suoi voli a lungo raggio. Nel 1933 gli Oyster sono al polso del team della spedizione Houston, la prima organizzata per sorvolare l'Everest in condizioni climatiche severe, oltre i 10000m di quota, così come un Rolex Oyster era al polso di Owen Cathcart-Jones e Ken Waller durante il loro volo da Londra a Melbourne. Il Rolex Oyster in generale è stato indiscutibilmente uno strumento utilizzato nella fase di sperimentazione delle tratte commerciali a medio e lungo raggio ed il suo nome è indirettamente collegato ad una delle società pioniere della moderna aviazione, la De Haviland, che ha costruito il primo vero jet commerciale (il Comet 4) aprendo così ufficialmente la strada ai voli intercontinentali.

Rolex Oyster Perpetual Air-King 5

Il quadrante di un Air-King è un omaggio al Bloodhound SSC pilotato da Andy Green

Stilisticamente, il quadrante del Rolex Oystersteel Air-King è quello di un orologio da osservazione; grandi numeri arabi applicati in oro bianco 18 carati a 3, 69, accoppiati ad un indice luminoso a freccia allungata ad ore 12, riempiti di Chromalight ed intervallati da minuti sovradimensionati. Sullo stesso quadrante Rolex ha inserito il suo logo istituzionale, con corona gialla e scritta verde. È una delle ragioni per cui il Rolex Oystersteel Air-King mi piace ancora a distanza di due anni dal suo debutto, perchè rompe il rigore formale di un Oyster, pur rimanendo assolutamente un Rolex

ROLEX-Bloodhound-SSC-inspires-the-air-king-watch-dialIn realtà, e pochi lo sanno o lo ricordano, il quadrante dell'Air-King è un omaggio ad uno dei due contatori inseriti all'interno del cockpit del Bloodhound SSC, in particolare allo stopwatch posizionato alla destra della cloche, progettato per misurare la rapidità con cui, alla fine di ogni sessione, i sistemi di controllo elettronico si avviano e si spengono, individuando così eventuali malfunzionamenti.  Funziona in sintesi da sistema di back-up.

Rolex Oyster Perpetual Air-King 9

E' un Oyster (anzi un Oystersteel) al 100%

Più in generale, il Rolex Oystersteel Air-King è una sintesi dei pilastri di Rolex e della collezione Oystersteel: cassa in acciaio 904L, calibro di manifattura Perpetual 3131 con spirale antimagnetica Parachrom blu, estremamente resistente agli urti e dieci volte più precisa di una spirale tradizionale, in caso di urto, secondo quanto dichiara il marchio. Il Cromalight è un altro brevetto di Rolex come lo è la ruota d'ancora paramagnetica in nichel-fosforo, un argomento da approfondire se avremo un giorno la possibilità di entrare all'interno dell'unica vera manifattura integrata d'Europa, che realizza tutto al suo interno, metalli e leghe incluse ed il cui modello industriale è stato copiato oggi dalla maggior parte dei gruppi industriali, in Europa.

Rolex Oyster Perpetual Air-King 2

E' un Cronometro Superlativo

Tra gli aspetti da non trascurare, validi per tutti gli Oyster, la garanzia di cinque anni, introdotta nel 2015 e la ridefinizione dei criteri alla base della dichiarazione Superlative Chronometer Officially Certified, legata un tempo esclusivamente alla certificazione del COSC basata sui noti “15 giorni e 15 notti” di prove, trasformata in una certificazione che viene oggi completata all'interno dei laboratori Rolex, sull'orologio completamente assemblato, al fine di garantire una precisione di +/- 2 secondi al giorno. Il 116900 (la referenza con cui dovrete familiarizzare), chiuso sul polso, è al primo sguardo una raro mix di un Milgauss (cassa e lunetta lucida) e di un Explorer (indice a freccia applicato ad ore 12). Bello il contrasto tra il quadrante nero, la scritta storica Air-King, ed il logo storico, bisogna solo fare un po' di abitudine ai grandi numeri arabi dei minuti che rompono il perfetto equilibrio geometrico del quadrante ad indici di un Oystersteel 39 e rendono il quadrante un po' affollato. Non è un caso che proprio lo stile del quadrante dell'Air-King sia uno degli argomenti di forte discussione tra i cultori di Rolex. I più intransigenti ed i collezionisti di lungo corso non amano alla follia questo Air-King.

Rolex Oyster Perpetual Air-King on the wrist

Piace o Non Piace

Non ci sono regole nella scelta del Rolex Oystersteel Air-King; è una opzione al di fuori degli schemi rispetto ai canoni classici del marchio ed è ancora relativamente accessibile considerando l'attuale listino Rolex. Una scelta possibile per chi si avvicina al marchio, a differenza degli esperti per i quali esiste quasi sempre e solo il Daytona o un Rolex GMT-Master II “Pepsi” 126710 BLRO. E' sbagliato confrontare questo Air-King con i suoi predecessori, a meno dei suoi richiami storici ed estetici, appena accennati. Pur rappresentando la fascia di accesso del mondo Oystersteel 40mm, perchè il prezzo è di 5800€, lo spirito del nuovo Rolex Oystersteel Air-King è diverso, è un Oystersteel molto più maschile dell'originale ed è una valida alternativa, più sportiva, ad un Milgauss o un Day-Date 2 con una personalità meglio definita all'interno delle collezioni Oystersteel.

Rolex_Oyster_Perpetual_Air King_8 Rolex_Oyster_Perpetual_Air King_7 Rolex_Oyster_Perpetual_Air King_6 Rolex_Oyster_Perpetual_Air King_5 Rolex_Oyster_Perpetual_Air King_4 Rolex_Oyster_Perpetual_Air King_3 Rolex_Oyster_Perpetual_Air King_2 Rolex_Oyster_Perpetual_Air King_on_the_wrist

(Photo credit: Horbiter®'s proprietary photo-shooting)

Gaetano C @Horbiter®

@Gaetano Cimmino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »


Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top