Perchè ho scelto un BLANCPAIN Fifty Fathoms

Perchè ho scelto un BLANCPAIN Fifty Fathoms

BLANCPAIN Fifty Fathoms

04 Febbraio 2014 | BLANCPAIN , 30 minuti al polso ,

Perchè ho scelto un BLANCPAIN Fifty Fathoms

Ho sempre pensato che l’acquisto di un orologio di lusso sia un acquisto fortemente impulsivo, basato su una foto vista su un magazine, in rete o semplicemente perché sei attratto da un marchio in cui ti riconosci, rappresenta la tua personalità. Raramente la maggior parte delle persone entra nei dettagli tecnici e nella storia di una maison prima di passare all’acquisto. Ho oggi, credo, una buona conoscenza degli orologi e della meccanica e tanto ho ancora da imparare.

Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 13 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 12 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 14 Laurent_Ballesta_Marseille and Blancpain for Horbiter

Non tanta quando sono andato per la prima volta a Baselworld 6 anni fa dove, girando tra i vari stand, mi fermai la prima volta allo stand BLANCPAIN , di cui sapevo poco. Sono tornato a Baselworld ed a quello stand anche gli anni successivi, sempre più preparato ed incuriosito dal fatto che quegli orologi non fossero mai pubblicizzati in modo evidente. La mia preparazione cresceva di pari passo con la mia curiosità. Dieci giorni fa, rientrato brevemente nella mia città natale, Napoli, sono andato alla gioielleria BRINKMANN , fondata nel 1900 da Theo Brinkmann , un colto tedesco rapito dalla bellezza di una città che allora era un riferimento culturale e di buon gusto:

Brinkmann for Horbiter

Sono uscito dalla boutique con il primo BLANCPAIN Fifty Fathoms della mia personale collezione. La prima cosa che può spaventare quando si acquista un BLANCPAIN è il prezzo, generalmente più elevato di altri orologi alto di gamma, anche su orologi solo tempo ma c’è una ragione: BLANCPAIN è davvero una maison per pochi. Cioè la produzione annuale è molto molto ridotta, è un orologio molto esclusivo. Non solo, nel campo degli orologi complicati detiene dal 1735 la leadership nella miniaturizzazione di movimenti complicati. Ma torniamo al BLANCPAIN Fifty Fathoms :

Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 3 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 4 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 5

Nato nel 1953 per espressa richiesta della Marina francese, il BLANCPAIN Fifty Fathoms è riconosciuto come il primo vero orologio diver moderno. Il suo nome “ Fifty Fathoms ” deriva dall’unità di misura adottata allora in marina e che rappresenta la massima profondità raggiunta dai sub dell’epoca, pari a 91,45m. Avere in cassaforte oggi uno dei primi BLANCPAIN Fifty Fathoms è un po’ come avere il “Sacro Graal” dell’orologeria sportiva subacquea e il BLANCPAIN Fifty Fathoms di oggi non è poi così diverso. La produzione è aumentata ma non è industriale, questo orologio, è prevalentemente realizzato a mano. Lo si vede subito dalla qualità della lucidatura della cassa e dal bel logo inciso su un lato della carrure:

Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 8 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 9 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 2 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 11

Dall’altro lato ad ore 3 la corona di carica riporta il logo BLANCPAIN ed è protetta, contrariamente alla moda attuale, da due spallette appena accennate, come si faceva un tempo. La parte più bella del Blancpain Fifty Fathoms, il suo inconfondibile segno di riconoscimento, è però la lunetta che ha una resa estetica superiore perché è realizzata con un vetro zaffiro curvato che ricopre la scala graduata fortemente luminescente e si accoppia ad un vetro anch’esso ricurvo ed incassato del tipo “glass box” (che fatica fotografarlo).

Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 5

Poiché, e torniamo all’inizio di questo articolo, certi orologi vanno studiati a fondo, è all’interno della cassa d’acciaio antimagnetica che si trova la sorpresa più grande e la conferma di quanto abbiamo già scritto: un calibro, ovviamente di manifattura, il 1315 che, a fronte di dimensioni non eccessive, garantisce ben 5 giorni di carica grazie a ben 3 bariletti di carica. Può farlo grazie anche all’utilizzo di un rotore di carica unidirezionale che consente di risparmiare spazio rispetto ad una soluzione bidirezionale. Se volete ammirare il movimento vi suggerisco la edizione limitata “ Aqua Lung ” che ha il fondello trasparente e consente di ammirare le eccellenti finiture.

Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 12 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 11 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 13 Laurent_Ballesta_Marseille and Blancpain for Horbiter Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 14 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 9 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 13 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 10 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 4 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 5 Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter Blancpain Fifty Fathoms for Horbiter 6

(Photo credit: BLANCPAIN & BRINKMANN press clippings; Horbiter's proprietary photo shooting)

Gaetano C. @Horbiter - Orologi e Lusso

TWITTER @Gaetano Cimmino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>



Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI


Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top