Bulova Oceanographer Devil Diver

Bulova Oceanographer Devil Diver

Vi piace il Devil Diver? Ora potete scegliere tra quattro differenti versioni!

26 Agosto 2019 | Bulova , 30 minuti al polso , Orologi subacquei Basilea 2019

Il mondo delle riedizioni storiche è piuttosto ricco, ma sono pochi i marchi che vantano modelli e collezioni degni di essere ricordati e, nella fattispecie, essere riproposti in versione moderna. Il Bulova Oceanographer è tra questi: costruito negli anni 70 su richiesta della NATO per le missioni di profondità dei Marines, il Bulova Oceanographer Devil Diver, questo il nome completo, ha contribuito a costruire la fama del marchio americano, confermando lo spirito pionieristico e professionale di un marchio che ha progettato orologi e strumentazioni anche per le missioni lunari. Nel 2015 Bulova ha riproposto alcuni tra i suoi orologi più belli e desiderati dai collezionisti, lanciando la Archive Series collection. A questa collezione appartiene ad esempio il Bulova Computron.

bulova-oceanographer-devil-diverNato da un progetto che ha visto il coinvolgimento anche di Analog/Shift, rispettato negozio americano di orologi vintage, il Bulova Oceanographer Devil Diver reinterpreta in chiava moderna e, fedelmente, uno dei diver vintage più ricercati dai collezionisti di oggetti vintage, una schiera che continua a crescere a ritmo sostenuto. Il Devil Diver, il cui nome deriva dal fatto di raggiungere una profondità di 200m ossia 666 piedi, fa parte di quel gruppo di orologi subacquei vintage, che include i Doxa, i PloProf originali e i Seiko 6105.

bulova-oceanographer-devil-diver-8Non a caso, la risposta del pubblico al momento della sua presentazione è stata a dir poco entusiastica. Il progetto di riedizione ha generato due versioni, una edizione in serie limitata da 40mm con quadrante arancione proposta inizialmente in esclusiva proprio su AnalogShift (30 esemplari) e una più popolare ed accessibile versione da 44mm e quadrante nero.

bulova-oceanographer-devil-diver-6La edizione limitata monta un calibro Sellita, quella standard un calibro Miyota, e non poteva essere altrimenti in questo caso considerando che Bulova attinge a piene mani dal catalogo dei movimenti del Gruppo Citizen. Lasciando temporaneamente da parte la meccanica, il Devil Diver ha molte frecce al suo arco, e la più importante è uno stile che ripropone meglio di ogni altro l'estetica degli orologi subacquei degli anni 70 ed in particolare quella del Bulova Devil Diver originale che aveva, tra i suoi pari con cassa a cuscino, un'estetica ancor più distintiva.

bulova-oceanographer-devil-diver-4I grandi indici a bicchiere trasparenti tridimensionali e la lunetta con inserto in plexiglass ripropongono lo schema presente sul progenitore, ma Bulova ha completato alla perfezione l'operazione nostalgia applicando il logo storico e tutte le scritte esattamente come apparivano sulla versione originale: la scritta "Oceanographer" al dodici, e la dicitura "Automatic Snorkel 666 feet" ad ore sei. Una ulteriore differenza tra la versione standard e quella in serie limitata, escludendo il colore del quadrante, è la forma delle lancette di ore e minuti che sulla versione standard sono entrambe a bastone.

bulova-oceanographer-devil-diver-5A dispetto del gusto vintage, il Bulova Oceanographer Devil Diver è un prodotto modernissimo, ed è un orologio subacqueo certificato ISO 6425 e questo vantaggio deriva proprio dal fatto di appartenere al gruppo Citizen che vanta una gamma completa di orologi certificati ISO. La novità del 2019 non è il lancio del Bulova Oceanographer Devil Diver, quanto l'estensione di gamma di un subacqueo che ha avuto successo ed è finalmente disponibile anche in Italia, dopo aver esplorato i mercati esteri, iniziando da quello nordamericano. Bulova ha affiancato alla versione più tradizionale tre versioni con diverse combinazioni di colore, in cui la versione con quadrante di colore verde è la più interessante secondo me (ed è l'unica che arriverà in Italia), ma lo sono anche le altre due che propongono una inedita combinazione blu e gialla.

bulova-oceanographer-devil-diver-7E' un peccato che Bulova non offra nella confezione una alternativa al bracciale, considerato che un orologio subacqueo di questa taglia, e tutto in acciaio, è inevitabilmente pesante e la differenza di spessore tra cassa e bracciale, non aiuta. Inoltre, qualche competitor nella stessa fascia di prezzo, Seiko è il più temibile, offre spesso sui suoi Turtle la doppia opzione, ed è un competitor nella stessa fascia di prezzo (un Devil Diver costa 559€ ma offre una garanzia di tre anni).

bulova-oceanographer-devil-diver-9Le 40 ore di riserva di carica offerte dal calibro sono più che sufficienti: il Miyota 8215 è un movimento che batte a 21,600 alternanze/ora, piuttosto robusto e diffuso sul mercato (Citizen lo fornisce anche ad altri marchi), non particolarmente rifinito ma dotato del sistema antiurto Parashock, che è tra l'altro funzionale al raggiungimento della certificazione ISO. Potete trovare maggiori informazioni sul nuovo Bulova Oceanographer Devil Diver ghiera verde 96B322 sul sito ufficiale Bulova, a questo indirizzo.

bulova oceanographer devil diver 8 bulova oceanographer devil diver 7 bulova oceanographer devil diver 6 bulova oceanographer devil diver 5 bulova oceanographer devil diver 4 bulova oceanographer devil diver 3 bulova oceanographer devil diver 2 bulova oceanographer devil diver 1

(Photo credit: Peter Tung per Horbiter®)

Gaetano C @Horbiter®

Instagram - Gaetano Cimmino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »


Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top