Louis Vuitton presenta la collezione Tambour 2021

Louis Vuitton presenta la collezione Tambour 2021

21 Aprile 2021 | Watches and Wonders

Gli appassionati di orologeria conoscono bene la divisione orologi di Louis Vuitton e le sue capacità tecniche. Con l'inaugurazione della Fabrique du Temps, il marchio francese ha raccolto in 4000 metri quadrati un invidiabile team di esperti, capaci di realizzare orologi complicati che hanno conquistato il rispetto dei collezionisti più esigenti.

tambour-street-diver-neon-blackLa collezione Tambour, la più nota e riconoscibile, nonché quella che consente di accedere al mondo a lancette di Louis Vuitton, ha nel corso della sua storia fatto da cornice ad incredibili complicazioni meccaniche. Ne ricordo due: il brevetto Spin Time, montato ad esempio sul superbo Regatta dedicato alla Louis Vuitton Cup, uno tra i miei preferiti del marchio, oppure la poco nota referenza LV 40 con Ripetizione Minuti. La maison ha infine declinato una versione di Tambour per diver professionisti, il Tambour Diving 300, oggetto raro e piuttosto ambito sul mercato del secondo polso.

louis-vuitton-tambour-street-diver-black-goldNon c'è quindi da meravigliarsi che sia la collezione Tambour, oggi rinnovata, al centro dei piani di espansione di Louis Vuitton nella fascia più accessibile del segmento orologi. A circa vent'anni dal lancio, Tambour passa alla seconda generazione imboccando due strade parallele: solo tempo nella variante Tambour Street Diver e complicata con Tambour Curve che interpreta il concetto di "cassa a tamburo" in chiave inedita, esplorando l'alta orologeria con Curve GMT Flying Tourbillon. Scorrendo verso l'alto di gamma la scala delle proposte, abbiamo introdotto anche Tambour Carpe Diem, sintesi del savoir faire tecnico ed artistico della Fabrique du Temps.

Indice:

clicca su ciascuna delle sezioni riportate nella lista se vuoi accedere ad un contenuto specifico, oppure scorri l'articolo.

Tambour Street Diver

La cassa Tambour ha segnato, nel 2002, l'ingresso di Louis Vuitton tra i produttori di orologi meccanici sportivi. La formula ha avuto successo ed è stata declinata, come abbiamo anticipato, in numerose declinazioni inclusi esperimenti di altissima orologeria. Street Diver è la nuova generazione di Tambour, in cui la cassa a tamburo preserva lo spirito della prima generazione ma si rivolge ad un pubblico che è evidentemente cambiato, ma ne conserva il pedigree: la scala graduata girevole è sempre disposta sul quadrante, azionata da una corona separata in gomma con il simbolo colorato di un diver in immersione. Estraendo la corona ed allineando la V della scala girevole con una analoga "V" presente sulla estremità della sfera dei minuti, si può utilizzare Tambour in immersione.

louis-vuitton-tambour-street-diver-skyline-blue-1Il nome Street Diver, che offre una resistenza all'acqua di 100 metri, indica l'audience di riferimento. Il nuovo modello è un orologio da recreational diving piuttosto che da immersioni professionali. In passato, sull'architettura del precedente Tambour, Louis Vuitton ha infatti realizzato varianti 300m; scopriremo se il marchio ha intenzione di ripetere l'esperimento passato o meno, sebbene la mia impressione è che voglia presidiare un segmento più ampio di quello popolato da professionisti delle immersioni. Louis Vuitton ha complessivamente modernizzato e pulito la linea proponendo quattro versioni, in quattro colorazioni e combinazioni di materiali; tre sono automatici e da uomo con cassa da 44mm (spessa 12,8) mentre la quarta misura 39,5 mm e monta un movimento al quarzo; è rivolta al pubblico femminile. 

louis-vuitton-tambour-street-diver-skyline-blue-3Le versioni automatiche montano un movimento ETA 2895 personalizzato, visibile attraverso il fondo cassa, non più chiuso come in passato. Tra le novità rivolte al consumatore, la nuova collezione prevede un cinturino in gomma a sgancio rapido (si rimuove tramite i due pulsanti che vedete nella foto sopra) anche se al momento Louis Vuitton non prevede un bracciale in acciaio in sostituzione e le strap, per ciascuna variante, sono coordinate con il quadrante. Altra novità di rilievo, e piacevole per quanto mi riguarda, è l'assenza della data sul quadrante. Dotati di cassa in acciaio (trattata interamente o parzialmente PVD) o oro rosa e PVD nero, i nuovi Tambour Street Diver hanno prezzi di 5920 Euro (modello maschile) e 13300 Euro rispettivamente.

Tambour Curve GMT Flying Tourbillon

Il Tambour Curve prosegue il progetto iniziato con il Tambour Curve Flying Tourbillon Poinçon de Genève del 2020, sintesi non comune di savoir faire classico ed innovazione sui materiali (la cassa è un composito di fibra di carbonio e titanio). La collezione flagship accoglie una nuova variante tourbillon, il Curve GMT Flying Tourbillon. La cassa del Curve si ispira alla geometria del cosiddetto "nastro di Mobiüs", o superficie non orientabile. L'obiettivo dei designer è evidentemente quello di offrire la sensazione di una superficie fluida, che mira, come il concetto di superficie ideata dal celebre matematico, a rimuovere i vincoli comuni alle superfici tradizionali.

louis-vuitton-tambour-curve-gmt-flying-tourbillon-titanium-and-rose-gold-bCassa e vetro zaffiro curvo accentuano la ragguardevole dimensione complessiva, 46 millimetri di diametro per 13,15 millimetri di spessore, ma viene in aiuto il leggero corpo cassa in Titanio Grado 5 accoppiato, a seconda delle varianti, ad anse, pulsanti, corona e quadrante in oro rosa. La versione interamente in titanio ha un layer del quadrante, del tipo sandwich, in meteorite. Gli indici applicati sono ricurvi. Sulla corona, piccoli inserti in gomma facilitano la presa e richiamano il cinturino in gomma coordinato dotato di chiusura deployante. La sabbiatura di cassa e anse, qualunque sia la versione, è interrotta da una sottile lucidatura nella zona di attacco della anse stesse e sulla corona, oltre che sui pulsanti.

louis-vuitton-tambour-curve-gmt-flying-tourbillon-titanium-and-pink-gold-bDisposti simmetricamente sul quadrante ed identificati dalle iniziali LV, troviamo il tourbillon volante ad ore nove ed il contatore GMT ad ore tre azionabile tramite i tasti ai lati della corona, che consentono di spostare la lancetta GMT in avanti o indietro, rispettivamente. In questo caso, il calibro è di manifattura.

louis-vuitton-tambour-curve-gmt-flying-tourbillon-titanium-and-meteorite-dial-back-view-bCodificato come LV 82, monta un tourbillon volante ad un minuto, ha 201 parti ed oscilla a 4 Hertz, garantendo una più che sufficiente autonomia di 65 ore a piena carica. Si tratta di un interessante esercizio di competenza da parte della manifattura; sarebbe interessante vedere un Curve solo tempo come proposta alternativa al Tambour classico, in futuro, anche se la collezione è, evidentemente, destinata a riempire l'offerta alto di gamma complicata di Louis Vuitton.

Tambour Carpe Diem

Il Louis Vuitton Carpe Diem non poteva mancare in questa recensione sui nuovi Tambour. Sebbene si tratti di un esemplare unico, destinato ad essere realizzato probabilmente su ordinazione dei più facoltosi clienti del marchio (situati in Asia a giudicare dalla forte presenza del marchio e dalle numerose serie limitate esclusive dei mercati del Far East), il Carpe Diem segna l'ingresso di Louis Vuitton tra gli automi.

louis-vuitton-tambour-carpe-diem-2Tenendo da parte ogni gusto personale, idea e fattura sono originali e di rottura. La cassa è maestosa, misura 46,8 mm di larghezza per 14,42 di altezza ed è comprensibile visto il livello di complicazioni presenti al suo interno che includono quattro animazioni, unite ad un livello di decorazione ed incisione che ha coinvolto due artisti indipendenti.

louis-vuitton-tambour-carpe-diemAzionando il pulsante a forma di serpente sulla cassa, si muovono all'unisono coda e testa del serpente. La prima mostra i minuti retrogradi, la seconda l'ora del giorno nascosta dalla testa del serpente stesso. La visualizzazione dell'ora è quindi su richiesta; contemporaneamente, l'occhio sinistro del teschio si trasforma nel secondo simbolo che identifica la grafica Monogram di Louis Vuitton, mentre la bocca del teschio si apre scoprendo la scritta "Carpe Diem"

louis-vuitton-tambour-carpe-diem-3Il calibro LV 525 conta 426 parti ed ha una ragguardevole riserva di carica di 100 ore. Sebbene questi esercizi siano ristretti ad una platea di super collezionisti e, per quanto mi riguarda, non incontra in questo caso i miei gusti, sono affascinato dal lavoro di micro-meccanica, incisione e smaltatura. Louis Vuitton ha coinvolto, per quest'ultima attività, due persone del calibro di Dick SteenmanAnita Porchet.

louis-vuitton-tambour-carpe-diem-1Il primo è il fondatore di ART&D ed è tra i massimi esperti di micro-incisione vantando numerosi lavori su orologi di altissima gioielleria, Anita Porchet è una delle più rispettate figure al mondo nella realizzazione di smaltatura, vantando lavori per Patek, Vacheron Constantin, Piaget, Fabergé per citare i più importanti.

(Photo credit: courtesy of Louis Vuitton)

Gaetano C @Horbiter®

Instagram - Gaetano Cimmino

Loading Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »


Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top