TUDOR Black Bay Steel

TUDOR Black Bay Steel

Date il benvenuto al primo TUDOR Heritage Black Bay tutto in acciaio (e con data)

17 Aprile 2017 | Basilea 2017,

Dove ci eravamo lasciati l'anno scorso? Al TUDOR Heritage Black Bay Bronze ed al TUDOR Heritage Black Bay (con il nuovo calibro di manifattura) e quest'anno si riparte nuovamente dal Black Bay . Non che ne avessi alcun dubbio, perché l'eroe del marchio è oggi l'orologio più completo nell'offerta del marchio: continuano ad arrivare nuove proposte, quest'anno TUDOR ha dato il benvenuto anche ad uno splendido cronografo di cui parleremo nei prossimi articoli e dà oggi il benvenuto all'acciaio. Nell'epoca della ceramica ad ogni costo, un Black Bay tutto d'acciaio fa notizia.

TUDOR-born-to-dare-campaign Perché un TUDOR Black Bay completamente in acciaio? E' semplice; se il classico Black Bay è un omaggio alle referenze del passato ed ai diver storici del marchio svizzero, e la assenza della data è una chicca che rende un Black Bay un oggetto appetibile per amanti e cultori dei primi diver della storia, il TUDOR Black Bay Steel è un Black Bay più contemporaneo sia perché fa comparire la finestra della data per la prima volta sul suo quadrante sia perché un Black Bay con cassa e bracciale con una finitura (quasi) interamente spazzolata non si era mai visto.

Tudor-Black-Bay-Steel-5 L'unico richiamo alla storia del diver svizzero è la scritta di colore rosso che riporta la profondità massima raggiungibile, che richiama il triangolo rosso ad ore dodici. Un orologio a due toni che riduce il suo sapore vintage ed aggiunge quello high tech. Il TUDOR Black Bay Steel tradisce comunque le sue origini, con la grande corona di carica senza spallette di protezione in primo piano e la pesante lucidatura a specchio su carrure e rivetti ai lati del bracciale, già presenti sul TUDOR Heritage Black Bay . La scala dei tempi di immersione è incisa direttamente sulla lunetta.

Tudor-Black-Bay-Steel-3 Non nascondo che a prima vista ho dovuto fare l'abitudine al nuovo TUDOR Heritage Black Bay Steel perché sono così abituato al suo abito vintage, che TUDOR ha saputo costruire in modo eccezionalmente evocativo (sfera dei secondi snowflake, grande indice triangolare luminoso applicato ad ore dodici, vetro zaffiro bombato) che ogni sua declinazione moderna mi fa innanzitutto pensare alle sue collezioni vintage. L'insieme funziona però alla perfezione ed è poi noto che la maggioranza degli acquirenti vuole la finestra della data sul quadrante, un'aggiunta facile ad un calibro, l' MT5612 di manifattura, che già la prevede nel suo modulo base. La cassa è la stessa del Black Bay , è larga 41mm , una taglia perfetta anche per un polso generoso come il mio (20mm), in una collezione in cui l'unica concessione ad un diametro maggiore ( 43mm ) è prerogativa del Black Bay Bronze .

Tudor-Black-Bay-Steel-4 La lunetta unidirezionale ha una satinatura circolare ed una zigrinatura estremamente fine, probabilmente la più sottile sul mercato ed offre un click preciso, millimetrico dato da 120 piccoli scatti dal suono piacevole, quando si effettua una rotazione completa. E' una delle più appaganti nell'intero panorama degli orologi sportivi. La satinatura, che da sola potrebbe trasformare l'orologio in un oggetto un po' rude, è " spezzata " dalla finitura lucida del bordo estremo della lunetta, dei profili delle anse e del bordo dei rivetti, tutti ben visibili in una fotografia in pianta dell'orologio. Il calibro MT5612 , per chi non avesse alcuna familiarità con la famiglia dei calibri in-house di TUDOR , ha 70 ore di massima riserva di carica , una valore non progettato a caso ma necessario per garantire una copertura di autonomia tra il venerdì sera, momento in cui si fila l'orologio dal polso per fare altro nel weekend, al lunedì mattina quando si riprende la routine lavorativa.

Tudor-Black-Bay-Steel-2 A meno di continuare a tenerlo al polso, buona abitudine di alcuni amici milanesi, che sostituiscono il bracciale in acciaio con la NATO strap in jacquard con la grande fibbia ad ardiglione che richiama il logo TUDOR , offerta in dotazione. Il suo prezzo? E' di 3600 €, ( 3300 € su cinturino in pelle invecchiata) chiaramente esposto sul sito ufficiale TUDOR . Ed è questo uno dei motivi per cui un TUDOR Black Bay Steel riempie rapidamente tutti le caselle: è equilibrato, è estremamente ben fatto (la chiusura deployante con fermaglio di sicurezza è un piccolo capolavoro di meccanica), ha un calibro di manifattura piuttosto evoluto che ha cancellato velocemente dalla memoria i pur affidabili ETA 2824 di un tempo (con una massima riserva di carica inferiore del 40%) ed ha un prezzo incredibilmente competitivo. Come si fa, onestamente, a non prenderlo in seria considerazione?

TUDOR born to dare campaign Tudor Black Bay Steel 5 Tudor Black Bay Steel 4 Tudor Black Bay Steel 3 Tudor Black Bay Steel 2 Tudor Black Bay Steel

(Photo credit: Horbiter's proprietary photo-shooting by Entropik)

Gaetano C @Horbiter®

@Gaetano Cimmino

« »

Scroll to top