Girard-Perregaux - 222 anni di manifattura

Girard-Perregaux - 222 anni di manifattura

12 Dicembre 2013 | Girard-Perregaux , Alta Orologeria ,

GIRARD-PERREGAUX

222 anni di manifattura

Provate a raccontare 222 anni di storia di una manifattura in (poche) righe. Il rischio che si corre è duplice: superficialità ed eccessiva capacità di sintesi, non si scappa. Eppure vogliamo farlo perchè quello che abbiamo visto in un giornata di novembre a La Chaux de Fonds merita di essere raccontato. Le immagini, più delle parole, potranno testimoniare che ciascun appassionato di orologi, davvero appassionato, non rimarrà insensibile. Se seguite le mode passeggere, abbandonate pure la lettura, ma perdereste il meglio. La storia di Girard-Perregaux è legata alla storia di due figure centrali dell'orologeria svizzera, il primo èJean-François Bautte, ginevrino classe 1772, orologiaio e gioielliere che fonda la Maison Bautte, abile uomo d'affari, inizierà la storia della maison realizzando i primi orologi nel 1791:

Girard-Perregaux_Ateliers_1950 for Horbiter

Il secondo, che darà il nome alla maison è Constant Girard, nato nel 1852, che fonda la maison “Girard & Cie” che diventerà ufficialmente Girard-Perregaux dopo aver sposato Marie Perregaux:

Marie Perregaux & Constant Girard for Horbiter

colui che, nel 1889, ha creato il famoso Tourbillon con tre Ponti d’oro, il "Sacro Graal" di Girard-Perregaux , premiato con la medaglia d’oro all’Esposizione Universale di Parigi:

Tourbillon pocket watch with Three Gold Bridges for Horbiter

Nel 1906 la fusione tra Maison Butte e Girard-Perregaux sancisce la nascita della moderna Girard-Perregaux , l'unione sotto un unico tetto di tutte le competenze dell'orologeria. Un salto lungo 80 anni ed ecco la Girard-Perregaux nuovamente in auge sotto la guida della famiglia Macaluso. Camminando, oggi, tra i vari reparti della manifattura, è tutto più moderno, ci sono le macchine a controllo numerico ed i computer, test avanzatissimi sulle ultime tecnologie, come è giusto che sia, e tutto inserito nell'edificio storico di La Chaux de Fonds. Ciò che è rimasto immutato è lo spirito: savoir-fare, sobrietà, come lo stile cui ci ha sempre abituato Girard-Perregaux . Mai una campagna pubblicitaria “urlata”, marketing e comunicazione sobrie che non hanno fortunatamente seguito le mode moderne; una maison vera anche in questo. La realizzazione degli orologi - osservare i vari passaggi che trasformano una semplice billetta d'acciaio nella cassa del 1945 Vintage , del Sea Hawk o del Traveller è fantastico, è il tuo orologio che prende vita:

Girard-Perregaux case making for Horbiter Girard-Perregaux case making for Horbiter 2 Girard-Perregaux case making for Horbiter 3 Girard-Perregaux case making for Horbiter 4 new

e quando pensi che il lavoro sia finito ecco la differenza tra manifattura e produzione di larga scala; un artigiano che controlla al calibro le dimensioni della cassa od un altro che lucida a mano il fondello trasparente in oro del tuo Girard-Perregaux :

Girard-Perregaux case back making for Horbiter 2 new Girard-Perregaux case polishing for Horbiter Girard-Perregaux case back making for Horbiter 3 new Girard-Perregaux case back making for Horbiter new

senza fermarsi mai finchè non sia davvero perfetto. Perchè alcune attività sono rimaste manuali. Non stiamo seguendo alcun filo logico che possa descrivervi tutto il processo dall'inizio alla fine,  scriviamo in maniera emotiva ma, del resto, come descrivereste questo cofanetto?

Girard-Perregaux cases for Horbiter evi new

Sembra che abbiano tolto dei cioccolatini artigianali, inserendo le casse appena rifinite del Traveller . Per non parlare dell'assemblaggio dei movimenti meccanici, della lavorazione di platina e ponti, il Sea Hawk che vedi in vetrina, qui ti sembra un altro orologio, soprattutto dopo che hai visto chi te l'ha montato, controllato, lucidato, spazzolato, regolato e confezionato.

Fabricationmouvements Girard Perregaux for Horbiter Movement making at Girard-Perregaux for Horbiter new Movement testing at Girard-Perregaux for Horbiter new Girard-Perregaux Tourbillon for Horbiter new

Ma il momento più bello, secondo noi, dell'intera visita arriva quando entri nel reparto di alta orologeria dove, in particolare, si lavora alla rifinitura dell'icona di Girard-Perregaux , i ponti montati sul Tourbillon con Tre Ponti d'Oro.

Girard-Perregaux Three Gold Bridges finishing new

La finitura è ovviamente realizzata a mano, da personale altamente specializzato, che rifinisce, su ciascun ponte, anche la più piccola parte, quella che non vedrai mai perchè non esposta alla vista, ma per quell'artista ha esattamente la stessa importanza di quella visibile! Con una passione ed una dedizione uniche, esattamente come 222 anni fa.

Girard-Perregaux_Ateliers_1950 for Horbiter Marie Perregaux & Constant Girard for Horbiter Tourbillon pocket watch with Three Gold Bridges for Horbiter Girard-Perregaux case polishing for Horbiter Girard-Perregaux cases for Horbiter evi new Movement testing at Girard-Perregaux for Horbiter new Girard-Perregaux Three Gold Bridges finishing new Movement making at Girard-Perregaux for Horbiter new Girard-Perregaux Tourbillon for Horbiter new Girard-Perregaux case back making for Horbiter 3 new Girard-Perregaux case back making for Horbiter 2 new Girard-Perregaux case back making for Horbiter new

(Photo credit: courtesy of Girard-Perregaux; Horbiter's proprietary photo-shooting inside GP's manufacture)

Gaetano C. @Horbiter - Orologi e Lusso

TWITTER @Gaetano Cimmino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scroll to top