Rado Hyperchrome Ultra Light - Less is more

Rado Hyperchrome Ultra Light - Less is more

20 Aprile 2016 | Rado , 30 minuti al polso , Basilea 2016

L'orologeria deve molto a Rado ed anche al Gruppo Swatch , che ha avuto la fortuna di avere a disposizione un laboratorio avanzato di nuovi materiali nel momento in cui è esplosa la moda della ceramica e il desiderio di indossare qualcosa di diverso dal metallo, più leggero e più resistente. Per Rado fare un orologio in ceramica è scontato; nel momento in cui tutti i marchi propongono casse in ceramica, il marchio di Legnau sta realizzando orologi con materiali che altri marchi useranno probabilmente tra dieci anni ed offriranno ad un prezzo neanche lontanamente comparabile con quello di un Rado .

Rado Hyperchrome Ultra Light 4 Se qualcuno vi chiedesse qual è la collezione più rappresentativa e quella che fa i volumi più importanti, potete facilmente rispondere: " Hyperchrome ". Anche senza avere accesso ai numeri di vendita, dal momento in cui questa collezione è stata lanciata, è stata sviluppata ed arricchita così tanto e cos' rapidamente da non lasciare dubbi circa il suo successo. Rado ha scelto nuovamente un Hyperchrome per realizzare l'orologio più leggero della sua storia e probabilmente l'automatico più leggero al mondo.

Rado Hyperchrome Ultra Light Il Rado Hyperchrome Ultra Light pesa infatti solo 56 grammi grazie ad una cassa in nitruro di silicio rinforzata con inserti in titanio grado 5 indurito e sabbiato . Rado garantisce una resistenza pari a quella disponibile con la sua ceramica high-tech  alla metà del peso; crediamo al claim di Rado così come sarebbe interessante assistere al processo di costruzione di una cassa del genere ma è ragionevole pensare che il marchio sia estremamente geloso delle sue tecnologie di produzione.

Rado Hyperchrome Ultra Light 3 Rispetto ai modelli del passato, in cui la ceramica serviva a comunicare resistenza ed inscalfibilità dei suoi orologi, le ultime tecnologie di Rado puntano a spostare l'attenzione su altri valori come leggerezza e stile . L'obiettivo del Rado Hyperchrome Ultra Light è di trasformare Rado in un marchio che realizza non solo ottimi orologi, durevoli e particolarmente resistenti ma anche delle vere e proprie icone di stile.

Rado Hyperchrome Ultra Light 7 Il colore grigio opaco, il quadrante realizzato come un giardino zen e la NATO strap, rappresentano una prima assoluta per il marchio. Il quadrante è minimal ma non è semplice; una cuspide percorre il quadrante verticalmente ad ore 6 ed indica la geometria finale del giardino zen con la scritta Automatic di colore nero lucido stampata.

Rado Hyperchrome Ultra Light 5 Altro dettaglio interessante è la finestra della data, la più elaborata che abbia mai visto su un tre sfere; non so se sia dovuto al materiale scelto per il quadrante (su cui Rado non si è soffermata nella sua cartella stampa) oppure alla semplice voglia di lavorare sui dettagli molto più di come abbia fatto in passato ma è evidente la cura posta dal designer nel realizzarla. Tornando sulla sua leggerezza e prendendo a prestito un famoso claim automobilistico, nel Rado Hyperchrome Ultra Light è stata applicata la " strategia del grammo " cui ha contribuito anche il movimento ETA A31 . L01 i cui ponti sono stati realizzati in alluminio anodizzato nero .
Rado Hyperchrome Ultra Light 6 E' un tre sfere estremamente puro e tecnologico , leggero al limite dell'imbarazzante, che rappresenta una pietra miliare come lo sono stati il Diastar 1 del 1962 e l' Integral in ceramica del 1982 , il primo orologio totalmente in ceramica della sua storia. Realizzato in 500 esemplari numerati , venduti ad un prezzo di 3100 € a partire dal prossimo autunno, il Rado Hyperchrome Ultra Light è stile e understatement . Tecnologia e serie limitata ne faranno, osservando la reazione della stampa e del pubblico a Basilea , un oggetto del desiderio di appassionati del genere e, molto probabilmente, vista la esigua disponibilità, un collector's piece in brevissimo tempo.

Rado_Hyperchrome_Ultra_Light_2 Rado_Hyperchrome_Ultra_Light_3 Rado_Hyperchrome_Ultra_Light_4 Rado_Hyperchrome_Ultra_Light_5 Rado_Hyperchrome_Ultra_Light_6 Rado_Hyperchrome_Ultra_Light_7 Rado_Hyperchrome_Ultra_Light Rado_Hyperchrome_Ultra_Light_7_SgESRIR

(Photo credit: Horbiter's proprietary photo-shooting by Entropik)

Gaetano C @Horbiter

TWITTER @Gaetano Cimmino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »



Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI


Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top