Patek Philippe Nautilus Calendario Perpetuo 5740-1G

Patek Philippe Nautilus Calendario Perpetuo 5740-1G

09 Giugno 2018 | Patek Philippe , 30 minuti al polso Basilea 2018

Anche chi non è appassionato di orologeria conosce il significato delle iniziali 5 e 7 associato alle iniziali PP. A Baselworld, il marchio di Ginevra ha presentato una nuova versione dell’ormai iconico (ed introvabile) Nautilus, entrando con la sua proposta di calendario perpetuo sportivo nel territorio occupato a gennaio dall'Audemars Piguet Royal Oak RD#2 Perpetual Calendar Ultra-Thin e due anni prima dal Vacheron Constantin Overseas Ultrapiatto Calendario Perpetuo Oro Rosa.

Caratteristiche principali, una rapida overview dell’orologio

Nonostante la grande complicazione utilizzata, generalmente associata a modelli più classici e di “alta orologeria”, il Patek Philippe Calendario Perpetuo 5740/1G è un Nautilus a tutti gli effetti con tutti i dettagli che hanno decretato il successo di questa collezione. Dalla forma ottagonale con gli angoli smussati della cassa al classico motivo a sbalzo del quadrante, al Patek Philippe Calendario Perpetuo 5740/1G non manca oggettivamente nulla. Sebbene le dimensioni della cassa siano canoniche per la serie cui appartiene (40mm di larghezza, 44.05mm se si considera la corona e 44.3mm di lunghezza), meno canonici sono il materiale utilizzato, l’oro bianco, e lo spessore di cassa di soltanto 8.42mm, che lo rende un ultrapiatto pur non raggiungendo il valore del calendario ultrapiatto di Audemars Piguet.

patek-philippe-nautilus-calendario-perpetuo-5740-1G-4Questo dato non è banale quando si parla di un calendario perpetuo, complicazione che richiede un sviluppo della meccanica in direzione verticale non trascurabile. Il calibro adottato è il 240Q a carica automatica con micro-rotore, 48h di riserva di carica, 27 rubini, 21'600 alternanze/ora e ha, ovviamente, il sigillo di qualità Patek Philippe, capitolato interno di certificazione di tutti i suoi orologi. Le varie indicazioni del calendario perpetuo sono intelligentemente raggruppate e visualizzate a due a due l’una all’interno dell’altra. A ore 6 le fasi lunari sono all’interno del datario, a ore 9 vi è l’indicazione dell’ora sulle 24 ore inserita all’interno del contatore per i giorni della settimana e ad ore 3 vi è l’indicazione dell’anno bisestile inserita nel contatore dei mesi.

I dettagli

Due sono i dettagli che maggiormente mi hanno colpito e che rendono un Patek Philippe Calendario Perpetuo 5740/1G affascinante: l’attenzione nella disposizione del calendario perpetuo e il tono di blu del quadrante. Un calendario perpetuo, in quanto tale, fornisce informazioni molto diverse tra loro (dal giorno della settimana all’indicazione dell’anno bisestile). Trovare il giusto equilibrio tra facilità di lettura, eleganza e organizzazione delle informazioni, legate all'architettura meccanica del calibro, non è affatto semplice, ma in Patek sono maestri, è noto. La reale domanda da porsi, però, è perché il quadrante regali una tale percezione di equilibrio, anche su un complicato come questo. 

patek-philippe-nautilus-calendario-perpetuo-5740-1G-1La risposta è nel lavoro minuzioso sul gioco di simmetrie. La simmetria è una “tecnica” spesso usata nell’arte per trasmettere un senso di rigore, ordine, chiarezza visiva e quando viene unita a un attento studio delle proporzioni si riesce a raggiungere un senso di armonia. Questo concetto riprende quanto ho scritto nella recensione dei Vacheron Constantin Historiques Triple Calendrier 1942 and 1948; a partire da Mirone di Eleutère, passando per Michelangelo e Canova, proporzioni e simmetrie hanno permesso a numerosi artisti di realizzare opere al di sopra del tempo, che incarnano in pieno il concetto di perfezione ed armonia, e Patek Philippe ha reinterpretato in chiave orologiera e “sportiva” questi valori più di altri.

patek-philippe-nautilus-calendario-perpetuo-5740-1G-2Un interessante particolare è la differenza tra l’indicazione delle 24 ore e quella dell’anno bisestile (vedi i registri concentrici a sinistra e destra rispettivamente). I numeri delle due scale sono sfalsati di 45° l’uno rispetto all’altro, creando così un quadrante ancora più attraente ed equilibrato. A proposito della lavorazione del quadrante, è stata adottata la tecnica che permette di avere l’effetto degradé familiare ai Nautilus ma il tono di blu scelto è leggermente diverso.

patek-philippe-nautilus-calendario-perpetuo-5740-1G-5Non è scuro come su un 5711 ma nemmeno eccessivamente brillante ed elettrico come nel 5976 anniversario. È una via di mezzo che nei render disponibili in rete rende davvero poco, ma che dal vivo risulta interessantissimo e dalle nostro foto è evidente. Si abbina molto bene con la lucentezza e la brillantezza dell’oro bianco, riuscendo nell’intento di non spiccare eccessivamente, ma di valorizzare al massimo l’intero orologio creando un connubio fantastico.

Un Nautilus calendario perpetuo?

Riuscire oggi ad avere un Patek Philippe al suo prezzo di listino (ed in tempi ragionevoli) è estremamente difficile e sono necessari diversi anni di attesa. È interessante notare come i modelli con la lista di attesa più lunga non siano i super-complicati, come il 5204P ad esempio, ma i Nautilus, ovvero la linea più sportiva di Patek. Se andaste a curiosare su Instagram, sui profili dedicati al mondo dell’orologeria o di ricchi collezionisti capireste subito il peso di una referenza 5711, 5712 o 5980.

patek-philippe-nautilus-calendario-perpetuo-5740-1G-3Tutte le persone che non hanno esperienza nel mondo dell’orologeria sono naturalmente indotte a pensare che la vera espressione del lusso sia racchiusa in questi modelli, che contribuiscono a generare un forte aumento della domanda e un inesorabile allungamento dei tempi di attesa da parte di Patek Philippe. Il resto è figlio di una attenta politica che vede Patek Philippe centellinare la distribuzione dei suoi orologi e guidare il prezzo come meglio crede. Sono i vantaggi di non essere una public company e di non essere schiavi della bottom-line come accade invece per i grandi gruppi. Ecco quindi spiegato in breve il perché Patek abbia adottato una complicazione di alta orologeria su un modello così “sportivo”. Un trend seguito anche da altri marchi, oltre ad Audemars Piguet, come Vacheron Constantin che ha lanciato a gennaio la seconda versione del suo Overseas Calendario Perpetuo.

Il prezzo, la disponibilità e le possibili alternative

Il Patek Philippe Calendario Perpetuo 5740/1G è un orologio che sin dalla sua presentazione ha ovviamente attirato le attenzioni di tutti ed ha contribuito ad allungare ulteriormente la lista d'attesa dei Nautilus. È probabilmente l'orologio sportivo più raffinato e sicuramente il più desiderato, nel suo segmento. Al polso è perfettamente bilanciato, la combinazione tra oro bianco, spessore ridotto di cassa e proporzioni pesate col calibro è quella degli altri Nautilus, è pesante ma non troppo. Sono confermate tutte le splendide sensazioni che si provano quando si indossa un Nautilus, ma nulla è perfetto ed anche il Patek Philippe Calendario Perpetuo 5740/1G non lo è ed ha due difetti: scarsa reperibilità e prezzo.

baselworld-patek-philippeVista la complicazione di alta orologeria e la politica adottata da Patek, di Patek Philippe Calendario Perpetuo 5740/1G ne arriveranno pochi in Italia ed è molto facile presupporre un aumento anche del 50% del prezzo di listino sul mercato secondario, o sarebbe meglio dire speculativo, che parte da un prezzo di vendita di 109'000€. E' un prezzo davvero alto, considerando che i 100k€ coincidono con l'ingresso nella fascia dei tourbillon e che la concorrenza, come Vacheron Constantin ed il suo Overseas Ultra-Thin Calendario Perpetuo, si ferma alla soglia degli 80k€, che vuol dire un abbondante 26% in meno. Su queste cifre, a meno di non voler aspettare per questo Nautilus, sono considerazioni da fare.

patek philippe nautilus calendario perpetuo 5740 1G 4 patek philippe nautilus calendario perpetuo 5740 1G 3 patek philippe nautilus calendario perpetuo 5740 1G 2 patek philippe nautilus calendario perpetuo 5740 1G 1_iWKb1IU patek philippe nautilus calendario perpetuo 5740 1G baselworld patek philippe patek philippe nautilus calendario perpetuo 5740 1G 5

(Photo credit: Horbiter®'s proprietary photo-shooting by Scott Sitkiewitz)

Andrea Frigerio @Horbiter®

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

«


Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top