Tudor Black Bay P01

Tudor Black Bay P01

Esperimento singolo o inizio di un nuovo capitolo per il Black Bay?

24 Marzo 2019 | Tudor , 30 minuti al polso Basilea 2019

Baselworld era quest'anno al giro di boa dopo l'abbandono del gruppo Swatch e di altri marchi importanti. Quale sarà il futuro della fiera e, soprattutto, quanto hanno i marchi che non hanno abbandonato la fiera investito in questa edizione, in termini di novità di prodotto e proposte? E' un quesito che si sono posti in tanti, considerando l'inevitabile calo di interesse ed affluenza.

tudor-black-bay-P01-cinqueTudor vive un momento commerciale estremamente positivo e capitalizza il forte successo garantito da due novità importanti lanciate lo scorso anno: Black Bay GMT e Black Bay 58 raccolgono vasto consenso e continuano a sostenere, ad un anno di distanza, la richiesta del mercato. Tudor si è così concentrata su cronografo e prodotti flagship, nel 2019.

Le origini militari del Tudor Black Bay

Tudor orologi ha fatto entrare nella collezione Black Bay un oggetto inaspettato, rispolverando la ricca eredità "militare" del marchio, di cui pochi sono davvero a conoscenza. I teaser pre-Basilea avevano alimentato la speranza di vedere una moderna riedizione del Tudor Submariner (la referenza 7928 ad esempio), e con essa la volontà di speculare che continua purtroppo a dominare il mercato talvolta più della vera passione, ma il marchio ha sorpreso tutti presentando un prodotto inatteso che apre un capitolo nuovo per la collezione Black Bay: il Tudor Black Bay P01.

tudor-black-bay-P01-dueFrutto di un progetto realizzato per la US Navy nel 1960, e denominato "Progetto Commando", la versione originale del P01 era un tool watch dotato di una corona girevole bidirezionale (non sui 60 minuti come ti aspetteresti su un orologio subacqueo puro, perchè destinato ad un uso militare più ampio) ed un sistema di blocco della posizione della corona per evitare urti accidentali e la conseguente rotazione della lunetta.

tudor-project-commandoDue grosse "pinze", poste ad ore dodici e sei rispettivamente, bloccavano la lunetta nella posizione assegnata, mentre la corona ad ore quattro, protetta da due generose spallette, serviva a favorire la mobilità del polso, una soluzione oggi largamente utilizzata sugli orologi subacquei giapponesi.

Il Tudor Black Bay P01: classificarlo non è facile.

Nel Tudor Black Bay P01, fedele riedizione dal punto di vista estetico del Commando, si ritrovano molte caratteristiche comuni ai Tudor vintage: l'indice triangolare ad ore dodici è allungato, tutti gli indici sono riempiti di materiale luminescente color crema ma senza il bordo dorato presente su un Black Bay tradizionale. Le lancette originali erano stile "Mercedes", le attuali sono, evidentemente, del tipo snowflake, nate dalla richiesta della Marina francese, con cui il marchio ha a lungo collaborato. L'aspetto generale del P01 è quello di un monolite progettato per un uso intenso con il sapore dei Tudor degli anni '60, un oggetto che vedresti bene al polso dell'agente speciale nato dalla fantasia di Ian Fleming, aspetto quest'ultimo che lo rende secondo me tremendamente intrigante.

tudor-black-bay-P01-unoI commenti caustici durante la fiera si sono sprecati, ma li ritengo ingiustificati. Il P01 non va valutato con il metro di un classico Tudor Black Bay, perchè è una proposta diversa. E', piuttosto, un modo nuovo di interpretare il Black Bay. La cassa è costruita e rifinita in modo superbo, il sistema di sblocco della lunetta ad ore dodici è un po' duro da azionare e la lunetta non ha la morbidezza di un Black Bay ma l'insieme cassa, cinturino e chiusura deployante è davvero realizzato in maniera esemplare.

tudor-black-bay-P01-treIl cinturino è in pelle e gomma e si chiude sulla deployante con logo Tudor a rilievo. La meccanica è quella familiare alla collezione Black Bay: è confermato il calibro di manifattura Tudor MT5612 con 70 ore di riserva di carica ed al polso è decisamente più riuscito di quanto possa raccontare la miglior foto in rete: nessuna foto rende pienamente giustizia ed il P01, una volta indossato, è imponente ma confortevole, decisamente più spesso e con un fascino ovviamente diverso dal Black Bay standard.

Una nuova linea di orologi Tudor militari in vista di Baselworld 2020?

Il Tudor Black Bay P01 non è propriamente un diver, come anticipato. Non a caso Tudor lo promuove, nel suo video corporate, come un orologio militare di uso più vasto e non come un subacqueo, per quello scopo c'è il Pelagos. A me piace, perché mi piacciono le novità e gli orologi fuori dal comune (non a caso ho in collezione orologi non comuni come il Monaco Sixty-Nine, ad esempio) e considero il P01 una autentica novità.

tudor-black-bay-P01-seiRitengo infatti che le novità si suddividano in due categorie: quelle di puro prodotto come un ultrapiatto, un nuovo calibro od una nuova collezione ed i prodotti flaghsip che nascono dagli archivi per alimentare la storia di un marchio. Il P01 appartiene a questa seconda categoria e, considerando il pedigree del marchio, sarebbe interessante scoprire se si tratti di un esperimento solitario oppure apra un nuovo filone per il marchio.

tudor-black-bay-P01-quattroAlcuni aspetti potrebbero essere migliorati: la lunetta non ha ad esempio la morbidezza di quella di un Black Bay Bronze o di un Tudor Pelagos e bisogna familiarizzare un po' con il sistema di blocco e sblocco, per il resto è qualcosa fuori dagli schemi ed è dal mio punto di vista benvenuto. Tudor propone il P01 a 3.760€ e continua così a vincere sul mercato anche perché propone orologi con calibro di manifattura ad un prezzo assolutamente ragionevole, in un'epoca in cui i listini hanno raggiunto cifre folli senza essere minimamente giustificati.

tudor black bay P01 quattro tudor black bay P01 tre tudor black bay P01 due tudor black bay P01 uno tudor black bay P01_gtwXepL tudor black bay P01 cinque tudor black bay P01 sei

(Photo credit: Horbiter®'s proprietary photo-shooting by Peter Tung)

Gaetano C @Horbiter®

Instagram - Gaetano Cimmino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »


Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top