Patek Philippe Nautilus 5726/1A-014

Patek Philippe Nautilus 5726/1A-014

18 Aprile 2019 | Patek Philippe , 30 minuti al polso Basilea 2019

Sono passati meno di tre mesi da quando, all’inizio dello scorso febbraio, Patek Philippe annunciò l’uscita di produzione del Nautilus 5726/1A, ma a Baselworld 2019 il marchio ginevrino ha presentato il nuovo Nautilus 5726, questa volta con quadrante blu. Prima della presentazione del Patek Philippe Nautilus Calendario Perpetuo 5740-1G, avvenuta a Baselworld 2018, il Patek Philippe Nautilus 5726 era l’orologio più complicato della gamma Nautilus grazie alla presenza di calendario annuale (giorno, mese, data), fasi lunari e indicazione delle 24 ore.

Era il Nautilus più complicato…

Il Patek Philippe Nautilus 5726/1A-014 ha tutti i dettagli che rendono immediatamente riconoscibile la collezione. Cassa ottagonale con spigoli arrotondati, quadrante lavorato a sbalzo, indici a bastone in oro bianco, bracciale a finitura lucida e satinata, sfere a bastone, diametro (misurato da ore 10 a ore 4, come sottolineato nel nostro articolo riguardante il Patek Philippe Nautilus 5712/1A-001 e come giustamente sottolinea il marchio) di 40.5mm, il 5726/1A-014 rispetta i canoni standard della collezione, alla lettera. Ciò che lo contraddistingue dagli altri Nautilus è la combinazione di complicazioni, che avvicina questo Nautilus alla scuola delle complicazioni di alta orologeria per cui Patek era famosa più che allo spirito originale del Nautilus stesso.

patek-philippe-nautilus-5726-1AIl quadrante è ordinato, ben bilanciato e diviso sostanzialmente in due aree. Nella parte superiore, in prossimità delle ore 12, vi sono due piccole finestre rettangolari indicanti mese e giorno della settimana, mentre nella parte inferiore troviamo l'indicazione delle 24 ore, con al suo interno il disco delle fasi lunari realizzato in oro bianco, mentre la larga finestra della data è posta ad ore sei. Il quadrante del Patek Philippe Nautilus Nautilus 5726/1A-014 si fonda sulla perfetta simmetria che si sviluppa lungo l’asse verticale che passa da ore dodici ad ore sei. Questa simmetria contribuisce secondo me molto al suo eccezionale equilibrio formale.

…ma non il più desiderato.

E' abbastanza paradossale notare però che il Patek Philippe Nautilus Nautilus 5726/1A-014 non ha inizialmente riscosso lo stesso successo di un 5711 o 5712 (a prescindere dal posizionamento). Come raccontato nel nostro recente articolo sul 5712, la collezione Nautilus non è stata concepita per i puristi del marchio ginevrino ma, dalla nascita, è stata destinata ad un pubblico più giovane e desideroso di indossare un orologio di lusso, ma sportivo.

patek-philippe-nautilus-5711Il rigore e la pulizia del quadrante, caratteristiche che tanto piacciono agli amanti dell’orologeria e che ha radici profonde nello studio delle proporzioni tipiche dell'arte (la sezione aurea, ad esempio), sono stati "alterati" dalla complicazione introdotta con il 5726 rendendolo, probabilmente, quindi meno apprezzato da chi ama la purezza formale di un Nautilus solo tempo.

Il calibro Patek Philippe 324 S QA LU 24H/303.

L'anima del Patek Philippe Nautilus Nautilus 5726/1A-014 è il calibro automatico a rotore centrale 324 S QA LU 24H/303 dotato di 347 componenti che, seguendo alla lettera la sigla ciclopica, è dotato di secondi (S), calendario annuale (QA), fasi lunari (LU) e indicatore delle 24 ore (24H). Vanta una precisione delle fasi lunari tale da necessitare una correzione ogni 122 anni (abbastanza comune in alta orologeria, oggi), possiede il bilanciere Gyromax® ad inerzia variabile, la spirale Spyromax® in silicio che oscilla a 4Hz (entrambi sono brevetti di Patek Philippe) ed ha una riserva di carica compresa tra 35 e 45 ore.

patek-philippe-caliber-324-S-QA-LU-24H-303Se la regolazione dell’ora avviene tramite la classica corona di carica, la regolazione del calendario, invece, avviene tramite tre piccoli pulsanti disposti sulla cassa ad ore due, dieci ed otto rispettivamente, per l'aggiornamento di mese, giorno e fasi lunari. Così facendo, la cassa mantiene una pulizia generale di cassa paragonabile a quella di un 5711.

Il quadrante.

Se, prima dell'uscita di produzione della precedente referenza, si aveva la possibilità di scegliere tra due quadranti, uno di color antracite e uno di colore bianco, con la nuova referenza del Patek Philippe Nautilus 5726/1A-014 ha debuttato un quadrante di colore blu che uniforma questo Nautilus al resto della collezione e si ispira alla versione del 1976.

patek-philippe-nautilus-5726-1A-treIl blu scelto per il quadrante è, ancora una volta, uno degli elementi distintivi, perché si pone a metà tra i toni scuri di un 5712 e la brillantezza di un 5740, presentando una gamma di riflessi (ed ombre) particolarmente ampia che lo rende parecchio attraente.   

Conclusioni.

Il Patek Philippe Nautilus 5726/1A-014 è l'anello di congiunzione tra essenza del Nautilus solo tempo e storia del complicato Patek. Non è il Nautilus perfetto, perché la complicazione meccanica incide sulla leggendaria vestibilità del 5711, a causa dello spessore di 11.3mm, quindi 3mm più di un Patek Philippe Nautilus solo tempo. Inoltre, la base delle tre lancette centrali copre appena il contatore delle 24 ore e la riserva di carica non va oltre un massimo di 45 ore. Il Patek Philippe Nautilus 5726/1A-014 è il Nautilus definitivo se amate la complicazione meccanica mista allo stile del 5711. E' però tecnicamente gustoso e rifinito in modo impeccabile.

patek-philippe-nautilus-5726-1A-dueLa nota dolente riguarda il suo prezzo di listino, pari 42.360 euro, e la disponibilità, con liste d’attesa lunghe se non addirittura chiuse. La bolla speculativa ha già coinvolto anche il Patek Philippe Nautilus 5726/1A-014 e i prezzi sul mercato parallelo sono letteralmente impazziti. Chi ha la possibilità di prenderlo, oltre a godersi un orologio sportivo da sogno, dispone anche di una eccezionale forma di investimento.

patek philippe nautilus 5726 1A due patek philippe nautilus 5726 1A tre patek philippe nautilus 5726 1A uno patek philippe nautilus 5726 1A patek philippe caliber 324 S QA LU 24H 303

(Photo credit: Peter Tung for Horbiter®)

Andrea Frigerio @Horbiter®

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »


Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top