Breitling orologi

Breitling orologi: la storia, le innovazioni, i modelli

Breitling o Breitling 1884, come ben suggerisce il logo del marchio, è stata fondata nel 1884 da Leon Breitling a Saint-Imier, Svizzera. E' specializzata nella produzione di cronografi e numerosi cronometri, ed è nota dagli albori per aver fatto della precisione di misura uno dei suoi cavalli di battaglia. Da sempre legata a forniture di orologi per corpi militari di tutto il mondo, il marchio svizzero di distingue per una serie di cronografi iconici che hanno segnato la storia dell'orologeria. Parliamo di collezioni quali Chronomat, Navitimer, Superocean, Emergency.

Il cronografo Breitling

Breitling si concentrò da subito sulla produzione di cronografi, che all'epoca erano sempre più richiesti per applicazioni industriali, militari e scientifiche, oltre che per le attività sportive. Il marchio ottenne diversi premi, aumentando notevolmente la sua fama di manifattura di orologi estremamente precisi quanto i volumi di produzione. Il risultato fu l'apertura di un nuovo stabilimento a La Chaux-de-Fonds nel 1892 con un numero di sessanta dipendenti.

breitling-wrist-chronograph-with-the-first-independent-pushpieceOggi si parla tanto di lunga riserva di carica, ma già nel 1893 Breitling costruì e brevettò un movimento meccanico capace di un'autonomia di otto giorni. A proposito di cronografi e della leadership nella realizzazione di questi strumenti di misura, Breitling presentò nel 1896 un cronografo preciso a due quinti di secondo. Nell'arco di dieci anni, Breitling costruì più di 100.000 tra cronografi e cronometri.

Le capacità del marchio si estesero oltre il settore dell'orologeria, ed al settore auto in particolare: Léon Breitling brevettò nel 1905 il tachimetro Vitesse.

1914: Gaston Breitling prende le redini dell'azienda

La tradizione nella realizzazione di segnatempo estremamente precisi continua nel 1915. Sotto la guida di Gaston, Breitling presenta il primo cronografo con pulsante crono separato dalla corona, seguito nel 1923 da un cronografo da taschino dotato di pulsante ad ore due per start e stop e secondo pulsante coassiale alla corona per l'azzeramento del cronografo stesso.

1932: Willy Breitling è il nuovo capo di Breitling

breitling-advertisement-for-the-double-pushpiece-chronographIl marchio proseguì la sua strada quale pioniere del cronografo e nel 1934 presentò il brevetto per il primo cronografo da polso dotato di due pulsanti, ovviando così a quello che Willy riteneva uno dei più grandi limiti dei cronografi da polso fino ad allora: l'impossibilità di far ripartire il cronografo dopo averlo arrestato la prima volta.

1940: nasce Breitling Chronomat

breitling-chronomat-1940Il Breitling Chronomat originale era diverso dall'orologio che conosciamo oggi. Disponeva infatti di un regolo calcolatore rotante brevettato che dimostra quanto Breitling fosse vicina ad aviatori e mondo militare. Il regolo calcolatore scomparirà dal Chronomat nel tempo, per diventare il segno di riconoscimento di un altro famoso cronografo del marchio: il Breitling Navitimer.

1952: ecco Breitling Navitimer

first-breitling-navitimer-1952Il nome Navitimer racchiude le parole navigation e timer. Caratterizzato da un regolo calcolatore specifico per il volo che abbiamo già visto sul rehaut interno del Chronomat, è il cronografo più popolare e trasversale di Breilting e quello che ha conservato più di altri il design originale. Nel corso degli anni è stato declinato in tantissime versioni, prima a carica manuale, poi con movimento a carica automatica ed è stato proposto in svariate edizioni limitate, le ultime delle quali si rifanno agli anni d'oro dei voli commerciali trasoceanici.

Altra pietra miliare del marchio, rinnovata totalmente nel 2020 è la collezione Breitling SuperOcean, primo orologio subacqueo impermeabile fino a 20 bar (o fino a 200 metri di profondità).

1958: è l'ora di Breitling TransOcean

Il SuperOcean fu seguito dal Breitling TransOcean, cronometro a carica automatica dotato di proprietà antiurto, proprietà anti-magnetiche e cassa "super sigillata".

1962: Breitling Navitimer va nello spazio

1964-the-navitimer-the-navitimer-cosmonaute-and-commander-scott-carpenterL'astronauta Scott Carpenter sviluppò una variante particolare del Navitimer dotato di un inedito quadrante sulle 24 ore, dal momento che nello spazio è impossibile distinguere tra il giorno e la notte. Carpenter utilizzò questa versione speciale di Navitimer, denominata Breitling Cosmonaute, il 24 maggio 1962, durante la missione a bordo della navicella spaziale Aurora 7. Alcuni anni fa Breitling ha lanciato una versione commemorativa e in edizione limitata, oggi piuttosto ambita.

L'orologio Breitling ed il Jet Set.

Tra gli anni sessanta ed ottanta circa, gli orologi Breitling sono stati molto popolari in diversi ambiti; nello spazio, con Scott Carpenter, come nella serie 007, quando Sean Connery indossò un Breitling Top Time modificato in contatore Geiger, nel film Thunderball. Le apparizioni nel mondo del cinema e della musica non si fermarono qui.

Raquel Welch nel film Fathom indossava un Breitling CoPilot; Miles Davis portava un Breitling Navitimer, come i piloti di Formula 1 Jim Clark e Graham Hill. Il grande discesista Jean-Claude Killy, usava spesso un Breitling, fuori e dentro le piste da sci.

1979 - 2017: l'epoca moderna di Breitling Orologi

Nel 1979 Breitling esce dal controllo della famiglia. Willy Breitling sarà l'ultimo esponente della famiglia a guidare l'azienda, prima di cedere le quote a Ernest Schneider, orologiaio e pilota, perfetto per raccogliere l'eredità del marchio. Con una nuova proprietà, una nuova sede a Grenchen, Breilting si appestava a lanciare, nel 1984, la moderna versione del Breitling Chronomat che ha rinverdito i fasti dell'azienda ed ha riscosso grande successo.

1983-Breitling-Frecce-Tricolori-ChronomatIl Breitling Chronomat su bracciale Rouleaux, fedele riproduzione di quello dato in dotazione ai piloti della pattuglia PAN e meglio noto come Breitling Frecce Tricolori o Breitling Chronomat Frecce Tricolori ha reso nuovamente protagonista il marchio svizzero. Da questo momento in poi la nuova proprietà sviluppa un'intera gamma di nuovi prodotti rinnovando da un lato l'offerta e consolidando modelli storici e riconsocibili quali il Navitimer o rifacendo varianti moderne di icone quali il Breitling Chrono Matic.

1988: è l'ora di Breitling Emergency

Con il lancio di Emergency, Breitling rende disponibile al pubblico un orologio molto tecnico concepito per un'utenza militare. Disponendo di antenne radio che lavorano su frequenza militare, Emergency è in grado di salvare chiunque da situazioni di pericolo, in qualunque parte del mondo collegandosi alle frequenze radio militari. La versione più recente, il Breitling Emergency 2, è un avanzato dispositivo che fa uso delle più avanzate tecnologie di trasmissione dati satellitari.

2009: nasce Breitling B01

Nel 2009 Breitling, che fino ad allora aveva fatto uso di movimenti di fornitura, quali i Valjoux per gli orologi Breitling Chronomat o di Lemania a carica manuale per i Breitling Navitimer, presenta il suo movimento automatico di manifattura, movimento crono con ruota a colonne e lunga autonomia operante a 4Hz. Il B01 ha dato vita ad altre declinazioni quali una versione rattrapante montata all'interno del Navitimer.

La collezione Breitling Bentley

E' una collezione che ha a lungo segnato la partnership tra il marchio svizzero ed il costruttore di auto di lusso inglese. Nel corso degli anni questa collezione ha rappresentato una delle prime e più lunghe partnership tra i due settori, attraverso la produzione di svariati cronografi che riportavano il marchio ed alcuni elementi delle Bentley, includendo svariate complicazioni tra cui anche i tourbillon. La collezione è oggi stata ripensata e non rientra tra le collezioni core del marchio come lo era negli anni duemila.

Continua a leggere

Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

ISCRIVITI
Horbiter

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati

Scroll to top